Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Uriah Heep
Living the Dream
Demo

Raum Kingdom
Everything & Nothing
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/09/18
CULTES DES GHOULES
Sinister

24/09/18
AZAGHAL
Valo Pohjoisesta

24/09/18
HUMAN DECAY
Mefitico

25/09/18
SINATRAS
God Human Satan

25/09/18
TO END IT ALL
Scourge of Woman

26/09/18
OSSUARY ANEX
Holy Blasphemition

27/09/18
STELLAR DESCENT
The Future is Dark

28/09/18
BONEHUNTER
Children of the Atom

28/09/18
EVILON
Leviathan

28/09/18
RUNNING WILD
Pieces Of Eight - The Singles, Live and Rare 1984 – 1994"

CONCERTI

23/09/18
ERIC MARTIN
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

23/09/18
BIGFOOT
LEGEND CLUB - MILANO

23/09/18
INJECTION + SAKEM
ROCK'N'ROLL CLUB - RHO (MI)

23/09/18
DISEASE ILLUSION
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

23/09/18
ARCANA OPERA
GOTHIKA - SANTA LUCIA DI PIAVE (TV)

28/09/18
HOUR OF PENANCE
ENJOY CLUB - VICENZA

28/09/18
GRAVEYARD + BOMBUS
ZONA BRONSON - BOLOGNA

28/09/18
THE SECRET + GUESTS
KRAKATOA FEST - TPO - BOLOGNA

28/09/18
EDU FALASCHI
DEFRAG - ROMA

28/09/18
SVLFVR + GUESTS
EXENZIA - PRATO

Rage - Soundchaser
( 5756 letture )
Con Soundchaser i Rage non solo sfornano l'ennesimo ottimo lavoro, ma trasformano il loro nome, oltre che in un grande riferimento nel panorama speed thrash, anche in un vero e proprio marchio di fabbrica. Sì, perchè la formazione teutonica, ritrovato il sound pesante ed aggressivo già con il precedente Unity, prosegue sulla retta via senza cambiare troppo le carte in tavola.
L'album in questione è come sempre da manuale; veloce, massiccio e travolgente. La formazione sembra aver trovato la giusta combinazione, sia in studio che on stage (visti anche i consensi ricevuti al Wacken) ed i risultati non mentono.
Siamo davanti, come detto, ad un lavoro che prosegue quanto già affermato con Unity, con la differenza che il corpulento ed indiscusso leader della band "Peavy" Wagner questa volta opta per un concept azzeccatissimo, sia da un punto di vista verbale che musicale. Finalmente viene svelata l'entità del "mostro meccanico" che ci ritroviamo da tanti anni a questa parte,sulle copertine delle fatiche della band -che sia il mezzo di trasporto dell'omino muscoloso dei Manowar?
Questi è appunto un Soundchaser, entità meccaniche provenienti da un lontano futuro, a cui viene attribuito di essere i creatori del mondo.
Per prima cosa balza subito in evidenza quanto il sound di ogni singola canzone riesca perfettamente ad esaltare l'atmosfera espressa verbalmente in ogni singolo passaggio della storia, immergendo senza troppa difficoltà l'ascoltatore nell'avventura in questione.
Dopo una breve intro si inizia il discorso con una stupenda War Of Worlds, brano destinato a diventare una pietra miliare nel già vastissimo archivio della band; sfumature che ci trasportano in dimensioni parallele senza mai abbandonare quell'elemento tagliente che i nostri sono perfettamente in grado di eseguire. Tutto legato quindi per questo concept, arriva Great Old Ones e la matrice puramente Rage si fa sentire con riff tosti ed ostinati, un Mike Terrana che sulla batteria non sembra avere molta pietà e atmosfere che trascinanti è dire poco. Tutto sembra schizzare veloce come un razzo in questo album ,ecco allora la title track Soundchaser, traccia che cita la tremenda invasione sanguinaria dei Soundchaser con ritmi serrati e presenza di backing vocals per dare un tono appunto "robotico" al brano e, come ogni brava storia che si rispetti, dove ci sono i cattivi arrivano puntualmente le forze del bene, Defenders Of The Ancient Life ne è la prova, e non solo. Un brano che, a mio parere, spicca tra il mare di note racchiuse nell'album, con il pregio di racchiudere in 4 minuti circa lo spirito Rage in tutte le sue forme, nessuna esclusa.
E che dire di Secret In A Weird World? Si abbassano per un po' i ritmi straserrati percorsi fino qui dando un netto spazio a melodie e chorus che combinati agli assoli dell'ottimo Victor Smolski ci riportano in un tipico stampo di rock ottantiano.
Rallenta ancora di più il discorso (e attenzione rallentare non è sinonimo di diminuzione di potenza) con Flesh And Blood, semi ballad che dà un tocco di insolito alla band, forse perchè il passaggio in questione vede la tematica della ricostruzione dei Soundchaser, ormai sepolti dal tempo sotto i ghiacci, che richiedono disperatamente un intervento umano per ripristinare la vita dentro di loro, sicuramente un netto stacco dal resto dell'album, ma pur sempre emozionante.
Nel corso del concept il buon vecchio "Peavy" prevedeva che i Soundchaser fossero completati, divenendo così metà macchina e metà umani: signore e signori ecco a voi dunque Human Metal. Bella, precisa e degna di proseguire nel racconto mettendo in evidenza una sensazione di rinascita (oltre che della macchina) di un sound abbandonato qualche traccia fa, discorso che sembra potervalere anche per la successiva See You In Heaven Or Hell.
Ecco dunque aprirsi una sessione dell'album intitolata Falling From Grace, contenente 2 tracce che hanno il compito di portare a termine questo turbolento concept. Ci imbattiamo nella prima Wake The Nightmares (con la partecipazione del cantante degli Helloween, Andi Deris) la quale apre come una traccia dal sapore "unplugged" senza però perdere una certa sinfonia, prestante ed orecchiabile anche se, con tutta sincerità, perde un pochino di tono rispetto al resto per una piccola dose di scontatezza. Stringatissime le tracce tra loro e il benvenuto si apre quindi all'ultimo brano Death Is On It's Way. Anche qua, semi ballad che chiude il tutto suscitando emozioni con una prestazione dove però non mancano cambi di tempo bestiali che dopo un paio di minuti fanno catapultare il brano in un violento agglomerato di dose puramente metallica; bravi ragazzi, bravi...
Ah, quasi dimenticavo, l'edizione limitata dell'album prevede una bonus track quale French Bourrée, quindi tirate fuori un paio di € in più per l'acquisto perchè merita davvero. Altro non posso dire (Peavy mi tiene una pistola puntata alla tempia). Non scherzo.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
42.69 su 53 voti [ VOTA]
Poss
Mercoledì 3 Agosto 2016, 17.16.01
5
ma checcosè sto voto lettori? Album bellissimo per una band eccezionale
DIMMONIU73
Mercoledì 22 Febbraio 2012, 15.35.47
4
Rage: una garanzia!!!
Radamanthis
Lunedì 29 Agosto 2011, 11.41.04
3
Grandissimo album, War of worlds da sola vale il prezzo del disco ma tutto l'album è strabiliante. Wake the nightmare con Deris alle backing vocals è altrettanto bella! Una band favolosa che mi fa volare indietro nel tempo...a quando la rece di End of all days (capolavoro assoluto!) ?
Electric Warrior
Martedì 19 Gennaio 2010, 16.14.24
2
Mamma mia che capolavoro!
Anonygoh
Lunedì 13 Dicembre 2004, 16.09.08
1
Davvero un album stupendo! Un capolavoro che fa dei Rage uno dei pochi gruppi Heavy/Power provenienti dagli anni '80 a non aver perso lo stile e la brillantezza di un tempo
INFORMAZIONI
2003
Steamhammer-SPV
Power
Tracklist
1. Orgy of Destruction
2. War of Worlds
3. Great Old Ones
4. Soundchaser
5. Defenders of the Ancient Life
6. Secrets in a Weird World
7. Flesh and Blood
8. Human Metal
9. See You in Heaven or Hell
10. Falling from Grace, Pt. 1: Wake the Nightmares
11. Falling from Grace, Pt. 2: Death Is on It's Way
12. French Bourrée (Bonus Track)
Line Up
Peter "Peavy" Wagner (vocals, bass)
Victor Smolski (guitars, piano, keyboards, sitar, orchestral arrangements)
Mike Terrana (drums)

Additional musicians:
Andi Deris (vocals on track 10)
Thomas Hackmann (backing vocals)
 
RECENSIONI
79
81
80
69
76
80
90
78
89
85
77
70
70
ARTICOLI
04/08/2017
Live Report
RHAPSODY OF FIRE + THEODASIA + FIST OF RAGE
Trieste Summer Rock Festival, Castel San Giusto (TS), 29/07/2017
29/06/2017
Live Report
SYSTEM OF A DOWN + PROPHETS OF RAGE
Visarno Arena, Firenze, 25/06/2017
09/02/2017
Live Report
DESTRAGE + WHATTAFUCK!? + THE BIG SOUTH MARKET + LOTUS HATERS
Bari, Demodé Club, 04/02/2017
10/11/2016
Live Report
VOLTUMNA + SUDDEN DEATH + TERRORAGE + EPISTHEME
Barbara Disco Lab, Catania, 05/11/2016
10/12/2014
Live Report
PROTEST THE HERO + THE SAFETY FIRE + THE CONTORTIONIST + DESTRAGE
Traffic Live, Roma (RM), 07/12/2014
08/03/2014
Intervista
RAGE OF SOUTH
Look for the Truth!
08/03/2012
Live Report
TEXTURES + SYLOSIS + DESTRAGE
Rock N' Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 02/03/2012
25/04/2011
Live Report
MASTER + SOUTHWICKED + DESTROY THE OPPOSITION + GARAGEDAYS
Traffic Live Club, Roma, 20/04/2011
06/02/2010
Intervista
RAGE
Meno parole, piu' azione!
07/11/2009
Intervista
NIGHTRAGE
Death melodico con furore
15/03/2006
Intervista
RAGE
Parla Mike Terrana
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]