Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La line-up della band all'epoca
Clicca per ingrandire
Blaze Bayley
Clicca per ingrandire
pronti a scendere in campo
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

Iron Maiden - Virtual XI
( 15636 letture )
Come iniziare la recensione dell’album meno importante del gruppo più importante dell’heavy metal?
Una gran bella grana si direbbe, perché per un recensore il difficile arriva quando bisogna descrivere album poco importanti o poco belli, ed è sicuramente il caso del secondo album dell’era Bayley al cospetto della Vergine più famosa della storia dopo Maria. Virtual XI viene universalmente riconosciuto come una mezza ciofeca da tutti quelli che ascoltavano, ascoltano e -forse- ascolteranno la nostra musica nei secoli a venire. Ma qual è la ragione di tale acredine nei confronti di questo disco? Ci sono solo ragioni stilistico-musicali dietro l’intolleranza finanche da parte dei fan più accaniti degli Iron Maiden? Anche l’attività di solista di Dickinson che, proprio in quegli anni, raggiungeva l’apice con la pubblicazione del buonissimo Accident of Birth, certo non aiutò l’uscita sul mercato di Virtual XI che, al di là dei suoi effettivi meriti o demeriti, trovava un clima tutt’altro che amichevole ad attenderlo.

Focalizzandoci maggiormente sull’album -ma i fattori sopracitati influirono, e non poco, sull’accoglienza da parte del pubblico- bisogna riconoscere che l’album, pur dissociandosi dalle atmosfere e dalle tinte più cupe, peculiari di The X Factor, tentò un mal riuscito ritorno al passato, con sonorità più vicine a ciò che aveva reso famosi gli Iron Maiden, e con ampie aperture hard rock che lasciarono insoddisfatti i vecchi e i nuovi fans, col duplice fallimento, imputabile fondamentalmente a due mosse totalmente errate: l’utilizzo troppo marcato delle tastiere -ad opera di Harris- che ogni tanto si ritaglia anche qualcosa in più rispetto al tappeto sonoro d’accompagnamento e l’inadeguata timbrica dell’incolpevole Blaze Bayley, che mal si adattava ad un album ben diverso dal precedente. Il tutto si delineò con i contorni di un’immane catastrofe dopo aver ascoltato un album oggettivamente poco ispirato -The Clansman esclusa- e ancora peggio supportato da una produzione a dir poco scarica e priva di mordente. È per questo che in genere non attribuisco una grossa fetta di responsabilità a Bayley nel fallimento di Virtual XI (a proposito, il titolo deriva dalla smodata passione di Steve Harris per il calcio, e dall’orripilante cover tridimensionale, ma questo -penso- sia cosa ben nota).

Nello specifico, ci troviamo davanti otto canzoni, per la maggior parte poco ispirate e, soprattutto, inadeguate per la voce di Bayley; visto che lui non avrebbe certo potuto interpretare i pezzi in stile Dickinson, la band avrebbe dovuto (o meglio, Harris) costruire canzoni più adatte alla sua timbrica, cosa che aveva già fatto col disco precedente, oggettivamente, con risultati quantomeno accettabili. Ma così non fu, i Maiden preferirono abbandonare la strada intrapresa con The X Factor, pensando di cadere -comodamente- sul morbido, cercando di rievocare i fasti di un passato, che nel 1998, iniziava ad essere un po’ lontano per un gruppo del loro calibro. Così non fu, come la storia c’insegna, e il nuovo platter portò -probabilmente- al punto più basso mai toccato dai nostri.

L’album viene aperto da Futureal, una classica traccia in stile Iron Maiden, che sarà l’unica, oltre alla splendida The Clansman ad essere risuonata dal vivo nei tour successivi, e questo la dice lunga sull’effettiva qualità del platter, e della considerazione che ne aveva la stessa band. The Angel and the Gambler non sarebbe nemmeno malvagia se non fosse per l’odioso effetto di tastiera usato da Harris in apertura e per la sua lunghezza sconsiderata, che rivela la pochezza delle idee gettate sul tavolo nella goffa ripetizione del ritornello da parte di un Bayley, questa volta, non esente da colpe. Il pezzo, comunque, resta uno dei migliori e più sperimentali dell’album. Le ariose melodie di Lightning Strikes Twice fanno da sfondo ad un pezzo che annaspa se non fosse per il buon ritornello, dove Bayley si affanna senza sortire l’effetto sperato, e -soprattutto- fa venir da pensare a come avrebbe cantato Dickinson questo pezzo. Come detto, The Clansman è sena dubbio il capolavoro dell’album. Un pezzo di oltre nove minuti, dove storia e leggenda s’intrecciano sulle highlands scozzesi, con un risultato davvero ottimo; e questa volta dobbiamo congratularci con Harris e il suo basso per il risultato raggiunto. Una canzone epica davvero riuscita, con un Bayley più a suo agio su queste tonalità più basse. When Two Worlds Collide regge botta con la precedente, pur non essendo certo della stessa caratura. Ancora un lento arpeggio ad aprire The Educated Fool, con Bayley a giocare in casa su toni bassi. Il pezzo si muove bene fino al ritornello, dove cade clamorosamente, pur riuscendosi a rialzare nella parte centrale. Don’t Look to the Eyes of a Stranger non mi ha mai convinto, pur avendo un’ottima parte strumentale in coda al pezzo, con Murray e Gers sugli scudi. Chiude l’album la malinconica ballata Como Estais Amigo che di certo non entusiasma, e soprattutto fa risaltare ancora più all’orecchio il tappeto di tastiere quanto mai fuori luogo.

Tirando le somme, Virtual XI fu una clamorosa delusione per tutti quelli che si aspettavano un album sulla falsariga di The X Factor, ma lo fu anche per quelli che auspicavano un ritorno ai fasti del passato della band che ha scritto pagine indimenticabili della nostra musica.



VOTO RECENSORE
53
VOTO LETTORI
66.50 su 338 voti [ VOTA]
Mulo
Sabato 9 Settembre 2017, 20.15.57
265
Oddio Harris non si è adattato a nessuno visto che Blaze lo ha scelto lui,probabilmente x dimostrare che anche con un cantante estremamente diverso da Bruce avrebbero avuto successo lo stesso.... Comunque il problema dei dischi dei Maidem da metà anni '90 in poi è che le chitarre si sentono molto poco e hanno una distorsione ridicola....
lisablack
Sabato 9 Settembre 2017, 19.51.03
264
Per me è il peggior periodo della carriera dei Maiden, i peggiori anni cominciati dal '92/93, meno male nel 2000 con Brave new world hanno rimesso le penne! Gli anni 90 sono stati il decennio del metal estremo (death e black) le band che negli 80's sfornavano capolavori a raffica invece navigavano in brutte acque..
Helloween
Sabato 9 Settembre 2017, 19.37.55
263
Album alla portata di Blaze e non e' ne un capolavoro ma nemmeno da 53 dai...grande prova di Harris ad adattarsi soprattutto in The X Factor al cantante nonostante i problema in famiglia che ha passato...(separazione,morte del padre,allontanamento di Dickinson ecc...)...x me vale 65
Philosopher3185
Giovedì 13 Luglio 2017, 16.47.35
262
Per la recensione di questo album,potrei benissimo dire le stesse cose di X.factor.Produzione pessima,qualche brano sopra la media e oltre(bellissime como estas amigos e when two worlds collide,don't look to the eyes of the strangers,clansman),e altri brani davvero scontati e banali,come futureal(dal riff trito e ritrito)the angel and the gambler,the educated fool.sicuramente è inferiore all'album precedente..
Argo
Mercoledì 5 Luglio 2017, 10.44.28
261
Disco che sarebbe stato appena sufficiente per una band esordiente, e di sicuro merita il baratro dei voti per il fatto che è stato registrato da una band stratosferica.
ilvinox
Martedì 4 Luglio 2017, 21.38.12
260
Lo conosco ormai da quasi 20 anni, e semplicemente mi dico questo: non è un brutto disco, è soltanto diverso dagli altri. E' forse un pò inferiore a X factor, ma è stato voluto così, e quindi bisogna apprezzarlo così. E dico la verità, lo apprezzo tanto: è un disco malinconico, dark ma anche timidamente rabbioso. Un gran risultato direi. Gli arpeggi con le tastiere sono piacevolissimi, i soli di chitarra variegati, le cavalcate finalmente sostituite da ritmiche più interessanti, i brani più solidi che in passato e la voce di blaze è perfetta per queste songs. Con questo disco sono andati in una direzione particolarissima che solo dei veri artisti possono pensare di fare. Il problema di blaze non è su disco, ma dal vivo, in cui non poteva gestire i brani di bruce con tutte le date che i maiden facevano all'epoca (5 o sei concerti a settimana). Lo ritengo un album molto molto migliore di tutti i dischi usciti con la reunion.
andrea
Mercoledì 21 Giugno 2017, 10.50.12
259
lo sto riascoltando. Uno dei problemi principali è che le tracce vocali di bayley sembrano dei demos. E' addirittura stonato. Solo esigenze commerciali possono aver indotto a far uscire sul mercato un album che anche a loro deve aver fatto schifo dopo il primo ascolto. Operazione inspiegabile in termini artistici.
lux chaos
Sabato 22 Aprile 2017, 9.25.42
258
Terrificante, l'unico album in studio dei Maiden che non possiedo, è innervosente, l'ho rivenduto dopo molti ascolti in cui ho cercato di farmi piacere sta cagata solenne...Blaze inascoltabile come sempre, la band allo sbando intenta a comporre delle canzoni che mia nonna in quinta elementare avrebbe arrangiato meglio...terribile, per fortuna qualche anno dopo questa tragedia imbarazzante dell'epoca Blaze si è conclusa con il rientro del re alla voce
Mulo
Giovedì 20 Aprile 2017, 20.58.44
257
Lo sto sentendo adesso,veramente orribileeeeee!!Curioso come le chitarre siano nettamente in secondo piano (si sente solo il basso,la batteria e la voce)...Harris è un vero dittatore.Dove sono le chitarreeee?!
ELIO MARRACINY
Lunedì 6 Febbraio 2017, 15.29.18
256
TOMMASO CALVINO RITORNA AD ASCOLTARE JUSTIN BIEBER, LA MUSICA CON LA U MAIUSCOLA LASCIALA PERDERE COGLIONE
vincent
Giovedì 12 Gennaio 2017, 19.29.19
255
il peggiore dei maiden ma the clansman the educated fool e when two worlds collide sono grandi pezzi
galilee
Martedì 27 Dicembre 2016, 22.36.38
254
Più che altro sei tu che non hai capito e io non ho argomentato. Non è che la bravura di una band si misura solo in tecnica fine a se stessa. Una band matura col tempo una coesione d'insieme che unisce tecnica e composizione. Che non significa solo scrivere una canzone bella, ma il saper unire parti differenti in modo esaltante grazie ad arrangiamenti azzeccati e al momento giusto. Prendo l'esempio dei Testament di oggi che grazie ad un lavoro sopraffino su ogni pezzo riescono a renderlo interessante, anche se magari in realtà non è un granchè. In questo disco i Maiden sembrano aver disimparato un sacco di cose. Sembrano completamente persi. Alcune scelte ritmiche e melodiche secondo me sono imbarazzanti per una band di questo calibro, ma non solo. Potrei citare i Judas Priest di Demolition. I Judas non sanno cantare grandi chorus, suonare grandi riff e super assoli? Si, però in demolition non c'e nulla di tutto ciò. Pensa anche alla costruzione dei pezzi. Terribile. È non centra il cambiare stile.
klostridiumtetani
Martedì 27 Dicembre 2016, 21.58.53
253
Caro @Galilee , mi piacerebbe sapere come mai in seventh son suonavano bene e in virtual (dieci anni dopo) suonavano come una "banda da palchetto"... Ma ci sei o ci fai?
Galilee
Martedì 27 Dicembre 2016, 21.07.49
252
X Thasher, beh rimangono grandi musicisti questo si.
thrasher
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.59.31
251
Ma si è il più bello della band seventh son
thrasher
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.59.30
250
Ma si è il più bello della band seventh son
Tommaso calvino
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.47.32
249
Si è vero che sanno ancora suonare benissimo ma il disco in questione è una palla enorme. Concordo con Gailee Seventh Son oltre che avere un titolo molto intelligente ha degli assoli, delle sonorità magnifiche.
thrasher
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.44.06
248
Ma si dai anche l.album più penoso che hanno fatto hanno sempre suonato bene.... sono professionisti.... I Metallica metà band non sa più suonare
Galilee
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.41.06
247
Suonato bene? seventh son è suonato bene, qui ci sono dei tempi e arrangiamenti degni di un'orchestra da palchetto.. Erano bolliti poveracci capita a tutti. Poi i più grandi, cadono da più in alto quindi fanno più rumore. Per fortuna si sono comunque un bel po' ripresi.
thrasher
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.36.55
246
Simpatica la copertina virtuale.... il disco è da dimenticare anche se suonato bene
Tommaso calvino
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.36.49
245
Poi posso dire che sono molto incoerente nei miei commenti ma alla fine sono gusti.
Tommaso calvino
Martedì 27 Dicembre 2016, 20.35.33
244
nonchalance. Io adoro sia gli Iron Maiden che i Megadeth. E te lo dimostreró dicendoti che dei Maiden adoro dal debutto fino a The X Factor e da Brave New World fino a The Book Of Souls. Dei Megadeth adoro da Killing is my buisness fino a Cryptic Writings e da Rude Awakening fino a THIR3N. E poi dei Megadeth mi piace molto anche Dystopia. Dei 4 Horsemen mi piace da Kill 'Em All fino a Death Magnetic e l'ultimo. Questo per farti capire che solo pochissimi album di questi gruppi nn mi piacciono (Virtual XI, Super Collider, Risk e Lulu)
nonchalance
Martedì 27 Dicembre 2016, 15.22.21
243
Però, "Tommaso calvino", Tu attacchi gli Iron Maiden e i Megadeth così come difendi a spada tratta i Metallica..non mi sembra che questo sia tanto corretto!
Tommaso calvino
Martedì 27 Dicembre 2016, 11.34.24
242
E poi hanno avuto pure il coraggio di pubblicizzarlo con le partite di calcio. Vergognoso.
Tommaso calvino
Domenica 4 Dicembre 2016, 8.33.59
241
Album orripilante. Si salva solo e forse la prima e la quarta. Il resto è solo merda cantata da uno che non arriverà mai ai fasti nè di Dickinson né tanto meno di Paul DiAnno. Recensione ben scritta e anzi troppo buona. Il mio voto al disco è 2 su 100 per ora.
Il Marchese Del Grillo
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 13.14.17
240
Quello qui sotto è Elio senza ombra di dubbio.Ma tu andavi a scuola la domenica???
vasco rossi
Lunedì 3 Ottobre 2016, 0.43.29
239
Album apocalittico, introverso e oscuro, in un intervista STEVE GARRIS volle provare la sperimentazione dettata da alcuni monaci buddisti che so basa sulla ripetizione di una frase fino a farle perdere il senso e creare un angoscia liberatoria nell'ascoltatore, assolutamente incredibile questo album di cui la grandezza non è mai stata compresa, la voce di BLAZE e suadente e magnetica di certo molto meglio di quando bercia BRUCE in NO PRAYER FOR THE DYING quello è una merda, questo è oro, FUTUREAL È assoluta e ricorda le cavalcate dei GENTLE GIANT, THE ANGEL E THE GAMBLER ricorda e supera il capolavoro dei THE WHO WE DON'T GET FOOLED AGAIN!
Sallie
Venerdì 23 Settembre 2016, 12.44.34
238
La penso come agnostico riguardo ai ritornelli, Dance Of Death è un signor disco, l'unico al pari quasi dei classici.
Marco Murray
Venerdì 23 Settembre 2016, 12.36.51
237
Il punto è: si può toppare e con questo album i Maiden lo hanno fatto più che mai. Ma ciò non significa nulla, tirar fuori futureal è gia un bel colpo, con dave che viaggia alla velocità della luce. L'avete sentita cantata da bruce? Tutte cantate da bruce suonano meglio, che volete farci? Non per niente riempiono ancora i palazzetti, ovvio non solo per merito di bruce. Concludo, chi apprezza maggiormente questo album oppure xfactor oppure dod, non è un fan dei veri Maiden. Semplice
Agnostico
Venerdì 23 Settembre 2016, 12.13.44
236
X Factor è un bell'album,questo assolutamente no.Il problema non è Blaze,ma i ritornelli ripetuti all'infinito,vizio che faranno fatica a perdere anche nei dischi successivi.
Sallie
Venerdì 23 Settembre 2016, 11.37.55
235
Non ci vedo tutte queste sperimentazioni, solo tanta banalità. Ad ogni modo se ti piace non c'è problema
Psychosys
Venerdì 23 Settembre 2016, 11.13.55
234
De Gustibus, effettivamente sono due dischi che si sono discostati molto dallo stile Maiden e le sperimetazioni non piacciono a tutti
Sallie
Venerdì 23 Settembre 2016, 11.07.58
233
Menomale! Per me cmq rimane una ciofeca come The X Factor, escluse pochissime cose di quest'ultimo.
Psychosys
Venerdì 23 Settembre 2016, 0.08.59
232
@Sallie Ti assicuro che io non sono un troll e adoro questo disco, però non posso garantire per altri, anche perché o qualcuno parlava in chiave provocatoria o altrimenti non mi spiego proprio.
Sallie
Giovedì 22 Settembre 2016, 23.40.48
231
Mamma mia, o questi commenti qui sotto?? Non me li spiego, in quasi 20 anni dall'uscita non avevo mai sentito nessuno elogiare questo album, neppure mentre eravamo in coda al palasport nel relativo tour. Blaze ce la mise tutta e fece un buono show ma questo disco, mio dio che buco nell'acqua, giusto futureal e the clansman. Io penso che questo sia un troll che se la porta avanti da solo, mi dispiace se poi mi sbaglio ma non posso proprio crederci. :O
lisablack
Lunedì 19 Settembre 2016, 17.51.02
230
Oddio..ognuno ha i suoi gusti ma quando dice che Seventh Son è un'album di merda, mi pare proprio , con tutto il rispetto, una stronzata.
DIO
Lunedì 19 Settembre 2016, 17.23.13
229
Elio ha perfettamente ragione, album assurdo!
Arzachel
Mercoledì 14 Settembre 2016, 20.07.35
228
A parte che non capisco il perchè attaccate tutti Elio solo perchè preferisce Bailey a Bruce. Non è mica da manicomio preferire album che non piacciono alla massa. A parte tutto ciò, come sempre i true metal attaccano album senza nemmeno ascoltarli o ascoltandoli già con l'idea che farà schifo. Ai tempi quest'album fu considerato uno scandalo, a me non dispiaceva e venivo visto come eretico. A me non dispiace nemmeno adesso, sicuramente i capolavori degli iron sono altri ma non per questo odio questo album. Anzi, è un po' diverso dal solito e ci sta. 65
terzo menati
Lunedì 8 Agosto 2016, 11.39.43
227
Divertenti i commenti di elio specie per uno come me che e' cresciuto con la band dal 1982 e ai tempi del world slavery tour li idolatrava...l'unica spiegazione é che ha avuto l'illuminazione per il metal con questo album altrimenti non si spiega. Personalmente non l'ho mai ascoltato, e dire che li ho anche visti dal vivo con questa formazione. Dovrò rimediare quanto prima
Gianni Lavapanni
Lunedì 8 Agosto 2016, 11.24.41
226
...i papiri di Federico Moccha
Il Cinico
Sabato 23 Luglio 2016, 3.24.01
225
Riascoltato oggi, sospinto dai deliri di ELIO MARRACINY...beh ha tutta la mia ragione, album assoluto, e ora che venga rivalutato come si deve questo capilavoro FUTUREAL da overdose, THE ANGEL AND THE GAMBLER ipnotizzante, WHEN TWO WORLDS COLLIDE magniloquente e apocalittica con un MURRAY quanto mai ispirato...e le parolr non basterebberi, neanche le più auliche forgiate dai papiri di VIRGILIO a descrivere THE CLANSMAN!
galilee
Venerdì 22 Luglio 2016, 11.30.05
224
Si narra abbia partecipato alla composizione di queste bellissime song. I tempi valzer sono tutti suoi..
Il Cinico
Venerdì 22 Luglio 2016, 9.55.49
223
D'alessio?
galilee
Venerdì 22 Luglio 2016, 9.53.50
222
Ce ne fossero dischi come questo e quelli di Gigi...
tino ebe
Venerdì 22 Luglio 2016, 9.36.04
221
ma perchè sto elio grida sempre?
manaroth85
Venerdì 22 Luglio 2016, 9.10.41
220
Non esiston album brutti fino a dance of Death ma soli album capolavori e buoni album. Questo e un buonissimo album con ottime canzoni! Non sarà ai livelli di the number o powerslave ma é cmq un insieme di belle canzoni!poi gusti son gusti ognuno ha il suo preferito.. Il mio e fear of the dark a tanti farà schifo x me il loro capolavoro
Il Cinico
Venerdì 22 Luglio 2016, 8.45.29
219
Bah...definire album di merda Seventh Son e Powerslave...riapriamo i manicomi che è meglio...
Nergal
Venerdì 22 Luglio 2016, 3.43.38
218
Mi piace in assoluto questo immenso album, quoto ELIO MARRACINY, ho sentito brividi di piacere immenso nel riascoltarli, il voto dei lettori ancora non rende giustizia(100sarebbe sprecato) ma almeno fa capire....
Psychosys
Sabato 25 Giugno 2016, 13.32.02
217
In The angel and The Gambler e Don't Look To The Eye Of A Stranger i ritornelli sono ripetuti moltissime volte, è vero. Forse anche in un altro paio di pezzi c'é una ripetizione di ritornelli, però mi sembra funzionale all'economia delle canzoni.
Agnostico
Sabato 25 Giugno 2016, 9.47.35
216
Quello che non funziona in questo disco sono i ritornelli ripetuti fino allo sfinimento,canzoni che durano quasi 10 minuti quando vista la carenza di idee ne sarebbero bastati 2
Psychosys
Sabato 25 Giugno 2016, 2.38.49
215
Riascoltato dopo 1 anno, sempre le stesse, ottime impressioni. The Clansman se non è il picco della carriera (Phantom Of The Opera) poco ci manca, bellissima The Angel And The Gambler (adoro quell'effetto tastieta), il tiro di When Two Worlds Collide é invidiabile ed il ritornello azzeccato. L'epicità di The Educated Fool la rende magica (ma quale ritornello brutto?), la tristezza di Como Estais Amigo con l'effetto tastiera giusto per l'atmosfera, Don't Look To The Eye Of A Stranger ha uno dei riff più geniali della storia degli Iron ed una parte finale da sturbo ed infine Lightning Strike Teice e Futureal che sono immediade ma convincono. Non capisco cosa non vada in questo disco, dai suoni, ai testi agli assoli, mi sembra tutto perfetto. De gustibus.
Nergal
Venerdì 3 Giugno 2016, 23.07.07
214
I genitori di elio ormai ci hanno fatto il callo.va be che nemmeno possono lamentarsi e debbono solo stare zitti:questi sn i risultati del loro essere...quindi.che pena!!!! Io do 60 x la buona musica e x harris..del resto ci vuole dickinson e poi... e facessero ancora di seventh son....che nostagia!!!sposati elio se ci riesci e ti vogliono....
il Marchese Del Grillo
Giovedì 12 Maggio 2016, 21.22.49
213
Elio torna quando ti è passata la sbronza.
Nergal
Giovedì 12 Maggio 2016, 20.32.28
212
Ci vuole un manicomio xE
giacomo
Martedì 26 Aprile 2016, 12.31.16
211
elio i manicomi sono aperti 24 ore su 24 , sbricati ad andarci forse ti posso ancora salvare .... mah!!!
ELIO MARRACCINY
Venerdì 8 Aprile 2016, 10.58.32
210
53 ALL'ALBUM PIU BELLO DEGLI IRON MAIDEN!?? MA CHI L'HA FATTA STA RECENZIONE!? SICURAMENTE UN FAN DEI METALLICA. SOLO THE CLANSMAN VALE TUTTA LA DISCOGRAFIA DEI MAIDEN, E' UN PEZZO BELLISSIMO! CERTO QUALCHE PEZZO UN PO' SOTTO TONO C'E', MA COME IN TUTTI GLI ALBUM DEI MAIDEN, MA CAZZO IN GENERALE E' UN CAPOLAVORO ALTRO CHE POWERSLAVE E SEVENTH SON AI QUALI DATE 99, MA VI RENDETE CONTO: N O V A N T A N O V E!!!!!!!!!!!! A QUEGLI ALBUM DI MERDA NOVANTANOVE!!!!! E ALLORA A QUESTO MI SA CHE DOVETE AGGIUNGERE UN'1 PRIMA DI 53.....153 SAREBBE IL MINIMO DA DARE A QUESTO CAPOLAVORO!!!!! I VERI MAIDEN SONO QUELLI DEGLI ANNI '90 CON BLAZE BAILEY!!!!!!!! DICKINSON E' SOLO BUONO A BERCIARE COME UN VENDITORE DI PESCE E POI GLI PRENDONO I CANCRI CI CREDO!!!!! MA DAI BUFFONI! UP THE IRONS!
galilee
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 11.13.27
209
Tempo perso e la vita è breve.
Psychosys
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 11.07.48
208
@Rob Fleming Non ti mangia mica questo disco eh
Rob Fleming
Mercoledì 27 Gennaio 2016, 10.56.21
207
E' l'unico album in studio degli Iron che non ho. Non ho mai avuto il coraggio nemmeno di ascoltarlo. Forse un giorno...
paju
Lunedì 7 Dicembre 2015, 14.34.20
206
non da buttare come disco... sicuramente pero' il punto piu basso d i harris e soci. Trovo anche io che il difetto principale sia stato in primo una produzione povera.. e la scelta di non proseguire sulle coordinate sonore di x factor che si è rivelato un album unico nella carriera maideniana e che aveva aperto le porte verso un direzione piu lenta e dark che avrebbe potuto essere approfondi ta negli album succesivi. da rivalutare se si considera i lperiodo storico i ncui è uscito e la capacita' diharris di infilare dei bei pezzi anche in album mediocri.
Simone
Lunedì 23 Novembre 2015, 16.48.57
205
Mi piace molto la voce di Blaze, ma sui ritmi spinti soffre molto... preferisco nettamente l'album precedente dove i ritmi cadenzati e piu' cupi si sposano meglio con la timbrica. The Clansman è il capolavoro dell'album e salva comunque la valutazione. 65
Zakk85
Giovedì 12 Novembre 2015, 20.33.00
204
in sè Virtual XI non sarebbe un brutto disco se non fosse accostato a tutti i lavori precedenti dei Maiden, infatti a confronto dei suoi predecessori il disco risulta troppo ripetitivo e povero di idee: apre con "Futureal" canzonetta corta e adrenalica= 6.5; The angel & the gambler" canzone orrenda, noiosa,troppo lunga e ripetitiva, con una tastierina iniziale imbarazzante degna da piano bar, il pezzo peggiore di tutto il disco= 4.5; "Lightning strikes twice" canzonetta riempita da un buon solo di chitarra= 6; "The clansman" pezzo con una grande atmosfera, bei cambi di ritmo e assoli spettacolari. Il pezzo migliore di tutto l'album= 7; "When two worlds collide" forse una canzone piuttosto banale ma con un gran ritmo aperta da una introduzione interessante e azzeccata, anche la voce di Blaze è mantenuta su toni potenti e squillanti= 6.5; "The educated fool" aperta da un bell'arpeggio iniziale si perderebbe nella banalità e nel piattume se non fosse per i soli e per i cambi di ritmo un po' ripetitivi= 6; "Don't look to the eyes of a stranger" parte abbastanza bene ma poi si disperde nella ripetitività risultando una canzone piuttosto piatta e banale, perde anche per la sua durata troppo lunga= 6; "Como estais amigo" È la ballad dell'album, molto orecchiabile con assoli molto piacevoli e melodici, ma alla fine non si intravede niente di davvero speciale, anche se c'è comunque da segnalare la notevole estensione vocale nella performance del vocalist in questo pezzo. Voto= 6 Alla fine di tutto, per mio parere personale, Virtual XI non si merita di più di una sufficienza. Voto= 6
Angelo
Venerdì 2 Ottobre 2015, 18.37.54
203
Dopo averla digerita Futureal diventa ascoltabile. Meno male che l'album contiene The Clansman che vale tutto il disco. i Maiden riescono a inserire un capolavoro anche nel loro album meno riuscito.
Masterburner
Mercoledì 16 Settembre 2015, 11.56.36
202
Cominciamo a dire che i suoni di chitarra di questo disco sono pessimi, acidi e impastati. Ci sono anche dei problemi di mixaggio e masterizzazione a mio avviso, con i volumi di assoli e tastiere che risultano fastidiosi. Anche le tastiere di Harris hanno dei suoni in genere brutti e invadenti. Nicko sembra stranamente svogliato, non dà neanche il suo classico groove sul ride e va sempre dritto per dritto. The Angel and the Gambler è davvero imbarazzante, uno dei peggior pezzi dei Maiden di sempre. Però, oltre a the Clansman (il finale avrebbe però potuto essere suonato meglio e più a tempo...), ci sono altri pezzi che mi piacciono parecchio, Lightning Strikes Twice, When Two.., e soprattutto Don't Look. Bella l'iterpretazione di Blaze su Amigos. Gli altri pezzi sono trascurabili ma non pessimi (ma forse i pezzi trascurabili sono sempre pessimi...) Peccato, se si fosse posta maggiore cura nei suoni sarebbe venuto fuori qualcosa di meglio. 60 comunque glielo dò.
AL
Mercoledì 16 Settembre 2015, 10.56.46
201
Riascoltato parecchio recentemente e devo dire che lo rivaluto. a parte la doppietta iniziale (una opener veramente banale seguita dalla canzone più brutta mai scritta dagli Iron) l’album non è male. Blaze non mi piace ma per queste canzoni ci può stare. Clansman ottima e mi piace un botto anche l’ultima. Molto meno cupo e ricercato rispetto a X Factor e forse è per questo che mi piace di più. voto 65
Psychosys
Lunedì 14 Settembre 2015, 20.40.40
200
Grande @manaorth85! Disco da rivalutare in toto! Anche se adoro Blaze come cantante e mi va bene cosi
Mulo
Lunedì 14 Settembre 2015, 20.34.14
199
Blaze Bayley è inascoltabile su questo disco.... Ma come hanno fatto a scegliere uno così?? A mio avviso non è adatto a cantare il tipo di proposta dei maiden.... Mi sto sentendo the angel e the gambler.... 9:52 di musica ripetuta.... Mi domando chi ha scritto "Phantom of the opera" o " halloweed be thy name"a pensare ( oltre a pubblicare) una roba del genere... Mistero... Ah dimenticavo,chitarre (quasi)inesistenti... Tra questo e l'ultimo mi tengo "book of souls a vita"
manaroth85
Venerdì 11 Settembre 2015, 19.13.58
198
penso che dopo book of soul potete iniziar a rivalutar questo ottimo album! cantato da Dickinson e uscito nel 2015 avrebbe ottenuto minimo un 80..uno tra i miei preferiti dei maiden
Mic
Venerdì 28 Agosto 2015, 19.56.28
197
Ogni tanto lo ascolto. Un 6,5 ad oggi glielo do, ma ci ho messo 10 anni ad assimilare la voce di Blaze. La cosa più fastidiosa è la cacofonia di Strike Twice. Blaze fa una gran fatica a scandire le parole.
Masterburner
Mercoledì 26 Agosto 2015, 11.31.33
196
Beato chi si è comprato il vinile a suo tempo, provate ad andare a vedere le quotazioni su discogs...
Master
Mercoledì 26 Agosto 2015, 11.16.55
195
Che dire...ho rimesso su anche questo durante la mia Iron-maratona in attesa di "The book of souls" e ammetto che mi abbia fatto una piacevole sorpresa, lo ricordavo molto peggiore! Trovo troppo ripetitiva "The angel and the gambler" e non tanto convincente neanche "When two worlds collide", le altre non sono affatto male. Starei sul 65.
Argo
Domenica 28 Giugno 2015, 9.01.12
194
@Mulo: la copertina è di facile interpretazione, cioè c'è il tizio col casco per la realtà virtuale (tanto decantata in quel periodo, poi mai messa in pratica?), e c'è Eddie che facendo parte del mondo virtuale se lo porta via.
Psychosys
Domenica 28 Giugno 2015, 0.34.43
193
Che questo disco sia commerciale è tutto da vedere. Qua di commerciale non c'è nulla -anzi- canzoni come "Don't Look To The Eyes Of A Stranger" " o "Como Estais Amigo" sono totalmente anti commerciali. Due tastiere e dei buoni ritornelli non rendono commerciale un disco.
Mulo
Lunedì 22 Giugno 2015, 22.49.21
192
Aldilà delle canzoni x me orride,mi piacerebbe che senso ha la copertina di questo disco. Bhó! Insieme a "Final frontier" il peggiore dei maiden.
Christian Death Rivinusa
Sabato 6 Giugno 2015, 1.24.49
191
l'unico disco dei maiden che non ho originale,questi non sono loro… troppo commerciali… .menomale che poi e' tornato bruce e adrian… poi il resto e' storia… ..blaze dal vivo non riusciva a reggere la vergine di ferro… menomale che e' durato poco… .forza maiden riprenditi presto bruce… .
acciaio inglese
Sabato 6 Giugno 2015, 0.58.12
190
orribile.
Psychosys
Martedì 20 Gennaio 2015, 23.32.04
189
Chiamatemi pure pazzo, però questo è uno dei dischi degli iron Maiden che preferisco, uno di quelli che entrano nel lettore cd e ci restano per molto tempo. Il disco è molto sperimentale, tastiere, voce 'ambigua', crescendo e calando continui, ritornelli molto presenti. Non è certamente il disco con il quale iniziare ad ascoltare i Maiden. Forse sono l'unica persona al mondo che apprezza 'The Angel And The Gambler' nella sua interezza, un crescendo spettacolare, grande interpretazione di Bayley. Resta il fatto che il singolo resta uno degli episodi meno riusciti del disco. Prima c'è la buona Futureal, che ci introduce alle nuove sonorità con un uso massiccio di tastiere. Poi viene Lightning Strike Twice, buona canzone, ritornello efficace. Episodio meno riuscito del disco. Parte 'The Clansman', uno dei massimi capolavori del gruppo. 'When Two Worlds Collide', spettacolare crescendo, una canzone che sprizza energia da tutti pori. Ritornello azzeccatissimo. Altra bella canzone è 'The Educated Fool'. Traccia strutturata molto bene, alternati in modo perfetto momenti salienti di testo e musica, bel chorus. La canzone più sperimentale del disco è senza dubbio 'Don't Look To The Eyes Of A Stranger', aperta da un riff veramente geniale. Grande carenza di songwirting, compensata da una epica cavalcata strumentale finale condotta da Murray e perfezionata da Gers (che assolo!). Ultima gemma del disco è la meravigliosa ballad 'Como Estais Amigo'. Songwriting molto buono, in coda al pezzo ottima parte strumentale, condotta questa volta da Gers. Dite quello che volete, però a me questo disco piace molto. Il problema è che inizia con i pezzi meno entusiasmanti, lasciando alla fine le perle. Un disco dal valore che, molto personalmente, potrei stimare attorno all' 85\90 su 100.
Andrew Lloyd
Sabato 17 Gennaio 2015, 22.43.03
188
All'epoca lo feci volare dalla finestra... Lo riasocltai dopo anni e, sorpresa, mi ricredetti. Ascoltatelo bene quest'album, senza pensare a The Number of the beast.
giuseppe
Mercoledì 14 Gennaio 2015, 14.25.36
187
Anche questo disco con Bayeley non mi convince voto 60
Maurizio
Lunedì 5 Gennaio 2015, 22.50.05
186
La rovina viene dai due minuti di "Don't you think I could save your life" di The Angel and the gambler" , alla fine è insopportabile. Il prodotto è troppo allungato, se fosse durato 46 minuti canonici sarebbe stato meglio per tutti. Però due pezzi davvero notevoli ci sono anche qui. Da Sufficienza ma è comunque Il peggiore dopo No Prayer...
klostridiumtetani
Giovedì 18 Dicembre 2014, 20.06.12
185
@Roberto Tirelli "Your Darkest Hour", io me ne sono accorto adesso, ma "la Vergine più famosa della storia dopo Maria" è da premio Nobel per la letteratura!
klostridiumtetani
Giovedì 18 Dicembre 2014, 18.21.47
184
Concordo con @Steelminded, un voto intorno al 65/70 per questo disco ci sta. E' un disco piacevole che potrebbe (a mio avviso) recuperare molti punti se angel and the gambler durasse intorno ai tre minuti e mezzo (la parte centrale ripetuta è effettivamente irritante per i miei gusti) , Don't look.. non avesse quel crescendo ripetuto all'infinito (ma nel complesso una grande canzone con un assolo da infarto!) e anche Clansman tagliata di una trentina di secondi sarebbe perfetta! per il resto grandi e belle canzoni. Appoggio anche @HMF LucaR16 sul fatto che ha semplicemente espresso un parere personale. Chi invece da l'impressione palese di avere la verità assoluta in tasca, secondo me è chi scrive che "qualcuno scambia la merda per cioccolata", o chi fa disquisizioni insulse sul voto che uno dovrebbe dare per essere "coerente".
Steelminded
Giovedì 18 Dicembre 2014, 15.30.26
183
Guardate che non è brutto questo disco, 70 minimo lo merita tutto.
HMF LucaR16
Giovedì 18 Dicembre 2014, 14.53.03
182
@Argo: a The Number Of The Beast ho dato 99 (10-), perché secondo me è quasi perfetto. Virtual XI mi piace molto come disco (8,5), ho già dato le mie motivazioni. Come ho già detto su 'Piece Of Mind' ognuno può essere d'accordo od in disaccordo con me, mi piace scambiare opinioni. Ho sentito persone dire che le migliori canzoni dei Maiden sono 'Fear Of The Dark', 'Dance of Death' e 'The Nomad'. Secondo me non è vero (assolutamente!), però rispetto la loro opinione e, se dovessero venire a scrivere che Virtual Elven è il disco migliore al mondo per loro, sarei felice di discuterne con codeste persone. Ripeto che faccio solo commenti, non esplico verità assolute. Se poi a te non sta bene, sono affari tuoi.
furgos
Giovedì 18 Dicembre 2014, 13.10.22
181
qualcuno scambia la merda per cioccolata
Argo
Mercoledì 17 Dicembre 2014, 23.06.29
180
e certo, se questo cd prende quasi 9, The number of the beast prende almeno 20. Altra verità assoluta del nuovo recensore qua sotto...
HMF LucaR16
Mercoledì 17 Dicembre 2014, 21.57.42
179
Questa credo sia la prima volta in cui mi trovo completamente in disaccordo con la recensione. La pensiamo proprio in modo diverso: secondo me Blaze canta in modo profondo e toccante, i pezzi sono ispiratissimi e composti perfettamente, le parti strumentali ottime. Futureal è una intro che svolge bene il suo lavoro. The Angel And The Gambler è un po' lunga per le idee messe in mezzo, ma comunque gradevole, soprattutto l'inserto di tastiere. Lightning Strike Twice parte lenta, ma il ritornello non è un granché soprattutto perché risulta difficile a Bayley cantarlo. Poi dal nula appare The Clansman, capolavoro ennesimo targato Maiden. Forse il loro ultimo pezzo da 10. Il disco inizia a migliorare di canzone: When two Worlds Collide è una canzone molto bella, che perfettamente momenti salienti di musica e testo, come la successiva fantastica The Educated Fool, versione aggiornata e migliorata del precedente 'The Unbelieber'. Don't Look To The Eyes of A Stranger soffre di una carenza a livello di songwriting, ma resta un gradevole crescendo che convoglia in un ottimo finale ed un assolo ben fatto, quisi a fare l'occhiolino a One. La perla del disco è la sottovalutata 'Como Estais Amigo', un capolavoro di lyrics ed una parte strumentale magnifica. Veramente fantastica, non capisco come non si possa non citarla fra le migliori Disco sottovalutatissimo, ben fatto, ispirato, suonato e cantato benissimo. Non al livello del precedente, comunque validissimo e godibile ad ogni ascolto. Futureal= 8,5 The Angel And The Gambler= 8 Lightning Strike Twice= 7 The Clansman= 10 When Two Worlds Collide= 9 The Educated Fool= 9 Don't Look To The Eye Of A Stranger= 8,5 Como Estais Amigo= 10 Voto FInale= 87\100
paolone
Sabato 29 Novembre 2014, 1.16.09
178
posso votare sotto lo zero?
jeff96
Lunedì 17 Novembre 2014, 20.48.29
177
Io lo trovo un buon album, certo che quelli che partono subito con pregiudizi su Blaze sono veramente spassosi. Trovo quasi tutte le tracce ottime,a parte forse Come Estais Amigo e The Angel and the Gambler. Voto 74.
iron
Lunedì 8 Settembre 2014, 12.57.55
176
Disco molto sperimentale, fin troppo, le idee c'erano per carità e alcune erano anche buone ma sono messe troppo confuse, si salvano solo Futureal , The Clansman, Don't Look To The Eyes Of A Stranger e Como Estais Amigos ,troppe tastiere a tratti perfino inascoltabile (The Angel And The Gambler) Album davvero banale e i pezzi elencati sompra a parte Futureal e The Clansman si salvano con un 6 1/2, non di più! Insomma Blaze secondo me è un buon cantante (ne ha dato prova in ogni traccia di The X Factor) ma quì viene umiliato, dovevano fare un seguito del predecessore, sempre cupo insomma e senza tutte queste tastiere, voto 60 perché sono un fan sfegatato dei Maiden ma credetemi l'album in se sarebbe da 50, perché da 50 visto che salvo ben 4 traccie ?Semplice, perché il resto è davvero tremendo. Voto 60.
klostridiumtetani
Martedì 26 Agosto 2014, 20.22.54
175
@Galilee, no beh! Magari una birra, cantando Como estais Amigo!
Galilee
Martedì 26 Agosto 2014, 20.16.30
174
Tranquillo, se ci incontreremo balleremo sto tangherino assieme. Conduci tu però...
klostridiumtetani
Martedì 26 Agosto 2014, 20.13.05
173
@@Galilee, sinceramente delle "recensioni" non me ne frega niente, e a me "quel tappeto di tastiere fuori luogo..." sono la ciliegina sulla torta!. Esatto! Un CAPOLAVORO!!
Galilee
Martedì 26 Agosto 2014, 19.59.21
172
Dal 84 ad oggi....
Galilee
Martedì 26 Agosto 2014, 19.58.36
171
Tangherino, ok, l'ho detto che è un pò che non l'ascoltavo. Per me invece è una delle cose peggiori che abbia ascoltato in 30 anni dal 89 ad oggi, ahahah. Tremenda. Se lo standard qualitativo degli Iron fosse quello, probabilmente gli Iron si chiamerebbero Skylark... Ahahah Cito la recensione........" Chiude l’album la malinconica ballata Como Estais Amigo che di certo non entusiasma, e soprattutto fa risaltare ancora più all’orecchio il tappeto di tastiere quanto mai fuori luogo". Insomma un capolavoro. Che ne sai Steelminded, magari è vero..... Ahahah.
Steelminded
Martedì 26 Agosto 2014, 19.51.15
170
Galilee se Como Estais Amigos è brutta, io non capisco un cazzo di musica -- che come sai non è vero
klostridiumtetani (ex-deedeesonic)
Martedì 26 Agosto 2014, 19.19.58
169
@Galilee, eh eh! Semmai il finale di Como estais amigos è "tangherino" e non valzerino, ed è secondo me una delle più belle ballad/power song che abbia mai ascoltato!
klostridiumtetani (ex-deedeesonic)
Martedì 26 Agosto 2014, 17.29.25
168
Di quest'album me ne sono fatto una versione in cui The angel... dura 3.50, Clansman circa 8.00, Don't look... circa 7.00 ed è una figata!
Galilee
Martedì 26 Agosto 2014, 17.24.40
167
L'avevo capito, ma per me questo disco è totalmente da buttare. Sinceramente anche Clansman la trovo banale e insignificante a dir poco. X factor, l'ho rivalutato col tempo e secondo me ha un ottimo songwriting, anzi 2/3 song se le avesse cantate Dickinson sarebbero sicuramente delle hit tanto quanto i loro classici degli anni 80. Almeno per il sottoscritto. Ormai è una vita che non lo ascolto, ma se non erro il finale Valzerino di Como estais amigo era qualcosa di abominevole.
Steelminded
Martedì 26 Agosto 2014, 16.55.21
166
Galilee la penso diversamente sai? X Factor è spompato, trascinato, oscuro (in senso negativo perchè non fanno gothic o doom), lento e ripetitivo. Questo qui è un prodotto non eccelso, con i suoi limiti evidenti, ma ha quella orecchiabilità e maggiore melodicità poppeggiante che lo distingue e lo premia rispetto a XFactor. Pezzi come Futureal, The Clansman, When Two Worlds Collide, The Educated Fool sono allegrotti e passabili ed hanno un certo tiro ritmico e melodico. Non so che dirti, anche perché molti la pensano come te... ma a me questo sembra meglio di quello.
Galilee
Martedì 26 Agosto 2014, 16.01.59
165
Mah, secondo me il peggior disco degli Iron, il loro demolition, o il loro St Anger, il loro illud divinus insanus.. Secondo me non c'è un pezzo che si salvi. Sembra veramente un prodotto di una band di serie Z. Voto : 40 Senza il minimo gusto per nulla, quando lo presi rimasi imbarazzato da tale scempio. X factor secondo me in confronto è un capolavoro. Anche riguardo alla direzione stilistica. Li c'era ed era ben precisa, senza contare che il songwriting era il migliore dai tempi di 7Soa7S, peccato solo per Blaze che non era adatto. X Factor voto 70
Steelminded
Martedì 26 Agosto 2014, 15.36.28
164
Secondo me un buon album. Il mio voto è 77. Moooooolto meglio di X Fucktor
UpLoad
Sabato 2 Agosto 2014, 13.04.59
163
Do 60 perchè la bellezza di the clansman fa da contraltare a l'angelo e il gambero.....ma soprattutto il suo video!!!! Per il resto se the x factor voleva avere o pareva avere una specie di connotazione progressive storica, questo sembra più leggerino come disco....una sorta di no prayer for the dyng al ribasso...
Philosopher3815
Domenica 27 Luglio 2014, 16.23.55
162
Sara' che ora a 29 anni,ho ascoltato un po' tutti i gruppi metal,staro invecchiando,ma ho capito che nonostante in ogni album dei Maiden(come di altre band),ci sono pezzi carini,però cazzo,non si puo' spendere anche solo 10 euro,per ritrovarsi con 3 pezzi carini che comunque sono sempre delle fotocopie di pezzi gia' fatti..questo disco mi ha fatto capire,che oramai i Maiden possono anche fare album mediocri con pezzi inutili,tanto con il fatto che cè scritto IRON MAIDEN,in copertina,qualche bischero glielo compra..fosse anche solo per avere tutta la discografia..io però non ci sto a questa presa di giro,perchè è inaccettabile che una band storica come i Maiden,non si in grado di fare un disco che si possa ascoltare tutto dall'inizio alla fine,senza annoiarsi,e che contenga almeno2 o 3 pezzi sopra la media..dance of Death ancora ancora,ma questo e gli ultimi 2 sono davvero osceni! io inizio a stancarmi e sono dispiaciuto di questo,ma fa rabbia vedere gente che spende soldi nei loro ultimi album,quando ci sono band molto piu' valide di loro,attualmente e non solo....
Lisa Santini metallara forever
Martedì 8 Luglio 2014, 23.26.33
161
The Virtual ×| e' un album bello oltre a Dance of Death... Pero' Luca sono d'accordo con te! Hai ascoltato The Virtù al ×|?
Francesco
Venerdì 4 Luglio 2014, 0.15.38
160
Il punto più basso della discografia degli Iron, senza dubbio. Nonostante questo reputo che sia un buon disco, non certo paragonabile ai lavori con Paul e Bruce, ma neanche inascoltabile. Blaze è una brava persona ed un grande appassionato di Metal, per carità, ma con gli Iron non ci azzecca proprio per niente... Voto? 7
DarkSide
Mercoledì 25 Giugno 2014, 12.25.34
159
Davvero un polpettone inascoltabile. Non riesco a pensare di salvare qualcosa a parte The Clansman e Futureal. Voto 35
Argo
Lunedì 16 Giugno 2014, 10.55.12
158
Non comprai questo cd all'epoca, avevo infatti perso le speranze per i Maiden, l'ho comprato qualche anno fa usato, ma solo oggi l'ho messo su per ascoltarlo per intero, e a gran fatica ci sono riuscito. Lasciando perdere l'argomento della totale porcheria sfornata da Harris e soci, quello che più mi stupisce riguardo questo album non è nemmeno la sua orrendità, quanto il fatto stesso di essere stato pubblicato. Per capirci: erano obbligati a pubblicare un album per contratto? allora ok. Ma se non lo erano, chi può avere dato l'ok per dire "vai ragazzi, venderete una botta con Virtual 11". Boh. Io sono arrivato alla fine tra stenti e lacrime... chitarre di cartone... voce orrenda di Blaze... per disintossicarmi ora sto ascoltanto Somewhere in time...
deedeesonic
Domenica 18 Maggio 2014, 19.12.30
157
Boh! io a parte "the angel and the gambler", e la sezione ripetitiva di don' t look... (don' t look to... don't look to, ecc. ecc.), lo ritengo un grandissimo disco! Tra l'altro secondo me "don't look..." contiene uno dei migliori assoli della storia!
Enomis
Domenica 18 Maggio 2014, 17.24.47
156
A mio avviso se la gioca con No prayer come album più brutto della Vergine; condivido per la maggior parte degli argomenti la rece, l'unica cosa che mi sento di dire, ma è ovviamente un parere personale, per me Como estais amigos è la seconda più bella dell'album, dopo The Clansman.
enzo
Sabato 28 Dicembre 2013, 12.34.53
155
credo che sia il peggiore dei maiden ma non tanto per blaze costretto a cantare cose non adatte alla sua voce quanto primis la produzione orribile e poi a parte clansman worlds collide e educated fool che se cantate da bruce e con una produzione migliore sarebbero bellissime il resto mediocre per una leggenda come i maiden
andrea
Sabato 30 Novembre 2013, 11.08.06
154
con blaze sono venuti dei dischi molto cupi..detto questo rivalutato col tempo..quando andranno in pensione molta gente lo comprerà e gli piacerà per compensare la mancanza ne sono sicuro..voto 70
fdrulovic
Mercoledì 27 Novembre 2013, 10.32.01
153
A me viene il voltastomaco solo a sentire l'attacco di "The Angel and the Gambler". Sembrano gli Who che suonano tamburello e Buontempi...Mai sopportato.
LeleMetal
Domenica 10 Novembre 2013, 2.25.49
152
Gran bel album .
Ragnarok 79
Sabato 9 Novembre 2013, 12.51.28
151
Il disco più brutto degli Irons. Le uniche canzoni valide sono "The Clansman" e la bellissima "When Two Worlds Collide".
Arj
Lunedì 14 Ottobre 2013, 14.49.10
150
Virtual XI non esiste, me l'ha detto la zia, è un'illusione paranormale di gruppi massoni che mirano alla conquista del pianeta. Ah, dicono che c'è dentro una cosa chiamata Clansman che, quatta quatta, è una gran bella canzone? Può darsi. Tanto non esiste.
Luca
Mercoledì 25 Settembre 2013, 15.03.26
149
Meglio quest album che dance of death! ho detto tutto!
dario
Giovedì 19 Settembre 2013, 22.47.21
148
Se Metallica+Slayer=Virtual XI allora Virtual - Slayer= Metallica mentre Metallica - Virtual= Slayer .....sto impazzendo !!
Matocc
Giovedì 19 Settembre 2013, 22.40.01
147
seeee, vabbé...
Raven
Giovedì 19 Settembre 2013, 22.22.12
146
Sicuro di non esagerare un po'?
davide
Giovedì 19 Settembre 2013, 22.13.50
145
ma stiamo scherzando? dare un voto cosi basso ad un album come questo ? le canzoni emozionano eccome questo album da solo vale almeno come l' intera discografia dei metallica e degli slayer messi insieme voto 90
dario
Sabato 6 Luglio 2013, 11.21.07
144
@blackie: credo che nessuno te ne vorrà: hai espresso la tua opinione in modo serio e rispettoso , come si fa tra persone di buonsenso ed educate. Io non la penso come te, però.....de gustibus.
Blackie Lawless
Sabato 6 Luglio 2013, 11.05.12
143
Ciao...In effetti qualcosina in più, tipo un 70 potevo dargli però mi è venuto in mente dopo che ho votato...pazienza...
deedeesonic
Venerdì 5 Luglio 2013, 16.31.53
142
@Blakie , finalmente qualcuno che la pensa come come me! Solo sul voto io gli darei anche qualcosina in più...
Blackie Lawless
Venerdì 5 Luglio 2013, 16.23.59
141
Ho fatto mio questo album veramente tardi, nonostanti io ascolti gli Irons da un bel po' di tempo... QUalche mese fa (ahimè ) ha chiuso i battenti l'unico negozio di dischi della mia città, Rovigo, e tra i tanti cd in svendita a 5 euro c'era anche Virtual XI, perciò ne ho aprofittato e l'ho preso... Ne ho sempre sentito parlare in maniera discordante...Alcuni lo danno per capolavoro sottovalutato, altri per immondizia pura...Secondo me non è ne l'uno ne l'altro...E' vero, Blaze qui non è proprio a suo agio, e il sobngwriting non è certo quello di Powerslave, però tutto sommato è un album piuttosto godibile...Penso che ci siano comunque degli ottimi brani che secondo me potevano essere sviluppati meglio o in maniera diversa...L'opener Futureal è un'ottima song e anche Lightning Strikes Twice è ottima anche se i limiti della voce di Blaze si fanno sentire...La tanto bistrattata The angel and the gambler, a me piace da matti! Adoro quella chitarra all'inizio che ricorda vagamente gli ACDC alla For those...e il simil hammond che ricorda un po' l'HR anni 70...Ha solo la pecca che non è un brano adatto ad essere così lungo...Ironia della sorte, la prima canzone degli iron che ho sentito in vita mia è stata proprio questa: mostravano il video per la trasmissione musicale the box (taaaaaanto tempo fa) ...Spero che nessuno me ne voglia ma io gli do 60 perchè in ogni caso è un LP che ascolto volentieri
dario
Domenica 23 Giugno 2013, 13.53.23
140
@rada : hai ragione. Infatti , a mio avviso, gli iron hanno fatto cilecca solo con Blaze Bayley . Certo, qualche brano da xfactor lo salvo anch'io, quindi non è proprio tutto "peste e corna". Ciao
Radamanthis
Domenica 23 Giugno 2013, 10.48.22
139
@dario: non volevo sembrare sbruffone, mi spiace se per caso ho dato questa impressione. Ok, se parli di top bands potrei in parte darti ragione ponendo questo Virtual IX al pari dei vari (già da te citati) Risk, Turbo e St. Anger Fortunatamente le top bands hanno raramente fatto cilecca e forse per questo le nominiamo top bands.
dario
Sabato 22 Giugno 2013, 18.40.52
138
@billorock : Ti rispetto ; si tratta di " de gustibus". Io non posso ascoltarla Ballad metal degli iron, preferisco infinite dreams o wasting love.
dario
Sabato 22 Giugno 2013, 18.31.26
137
@rada: è ovvio che mi baso sulla mia esperienza personale. Non credo di essere un'enciclopedia, ma nemmeno un neofita. In effetti mentre lo scrivevo pensavo ai peggiori della storia, ma della band più famose ; se poi altre band, diciamo secondarie ? hanno fatto di peggio...beh si, hai ragione. Tanto per fare qualche nome io lo metto a parimerito di risk, turbo e st. anger. Infine chiedo lumi hai più esperti, anche a te rada....senza polemica o provocazione, così... solo per parlare piacevolmente di musica.
BILLOROCK Fci.
Venerdì 21 Giugno 2013, 21.30.09
136
Como estas amigo è una delle canzoni pù belle dei Maiden, nonchè una delle ballad metal più belle a parar mio...(L'album si non è dei migliori ma neanche una tragedia greca )
Radamanthis
Venerdì 21 Giugno 2013, 21.18.51
135
beh Dario...con tutto il rispetto se reputi Virtual IX il disco peggiore della storia del metal mi sa che di metal non conosci molto...potrei citarti almeno un centinaio di dischi peggiori (così di prima memoria ma sarebbero molti di più se mi mettessi a pensarci davvero). Poi se parliamo solo di discografia dei Maiden ok, ti dò ragione...ma il peggiore dei Maiden vale il migliore di discografie intere di altre band.
dario
Venerdì 21 Giugno 2013, 21.05.57
134
il peggiore degli Iron , se non della storia del metal, a mio parere. Bayley non è mai all'altezza ed ha una voce appena sufficiente (..e sono buono ! ) Su questo potrei anche passarci sopra, a patto di avere dei brani mostruosamente belli. Invece le canzoni non hanno spessore, non sono capaci di emozionare davvero o creare le ambientazioni che hanno reso gli iron una delle band più amate di sempre. La mancanza di Bruce e Adrian e evidentissima.
Arrraya
Domenica 28 Aprile 2013, 17.04.21
133
Voto: -34
iron
Domenica 28 Aprile 2013, 16.31.31
132
enzo io nn sn d'accordo nel senso che x me no prayer for the dying si merita un 100 bello pieno
iron
Domenica 28 Aprile 2013, 16.20.50
131
ironically me, anche a me danno fastidio,perchè quando purtroppo i maiden smetteranno voglio vedere se di gruppi come loro ce ne saranno ancora,e le loro scenografie da paura che usano nei concerti nn ci saranno +,e le loro canzoni saranno incise solo negli album,senza la grande occasione di vederli dal vivo,e nn ci saranno + i live...nn oso pensare a quel brutto giorno dove i miei idoli smetteranno...è x questo che anche a me quei commenti infastidiscono
ironically me
Giovedì 25 Aprile 2013, 19.27.25
130
iron@ figurati, non mi riferivo certo al tuo commento, ma a quelli che dicono che gli Iron sono "bolliti"o dovrebbero essere in pensione o che parlano di tutto ciò che non sia The number of the beast o Powerslave descrivendoli come degli "aborti" musicali...
iron
Mercoledì 24 Aprile 2013, 21.55.29
129
ironically me bhe forse sono stato esagerato con le critiche ma pazienza
ironically me
Mercoledì 24 Aprile 2013, 21.41.58
128
iron@ Si, si! hai ragione! guarda che anch'io non lo considero agli stessi livelli Powerslave! Ad un album come Powerslave non si può chiedere di più, mentre a VirtualXI si! Sarebbe tra l'altro assurdo pretendere solo capolavori, ma quello che voglio dire è che per quanto possano aver fatto lavori "non all'altezza di..." hanno comunque mantenuto ottimi livelli, e secondo me non meritano certe critiche, che ogni tanto mi capita di leggere!
iron
Mercoledì 24 Aprile 2013, 21.03.08
127
ironically me in effetti hai ragione il metal si è un po' imbruttito in quel periodo...e comunque io gli ho dato 60,perchè nn boccerei mai gli album dei maiden,che sono i miei preferiti, anche perchè magari ce ne fossero di band che suonassero come in virtual xi,solo che nn sono ciò che ho ascoltato x anni(e ascolto anche ora),anche se hanno ragione qualche volta devono provare nuovi stili e se funzionano bene se nn vanno a buon termine proveranno qualcos'altro,ma io nn riesco a trovare gli iron maiden nel'era di beyley...tuttavia io esprimo solo un mio parere personale,nn do torto a uno che ascolta questo album come se fosse powerslave,perchè alla fine va a gusti
ironically me
Mercoledì 24 Aprile 2013, 20.15.01
126
Diego@ Quando si dice i gusti son gusti... a me Gangland e Invaders sono sempre piaciute più di The number...e non sono mai riuscito a capire perchè vengono considerate quasi delle b-side......
Diego
Mercoledì 24 Aprile 2013, 19.59.12
125
Io non dovrei mai commentare un lavoro dei Maiden, perchè è da trent'anni che mi accompagnano nella vita. Credo di aver bollato come "innascoltabili" solo pochissime loro canzoni ed alcune le ho rivalutate nel corso degli anni. Ricordo che Gangland ed Invaders erano quelle che skippavo più volentieri ed erano in album considerato da molti una pietra miliare... Con gli anni sono usciti Fear of the dark e i due con Blaze e le cose le ho riviste sotto altra luce. Detto ciò, questo album si gioca il titolo di peggiore della discografia maideniana col predecessore The X factor e pure con FOTD. Se potessimo far cantare a Bruce le canzoni di questo disco qualche punto in più lo prenderebbe, ma devo ammettere che ascolto più volentieri una qualsiasi di queste piuttosto di una The apparition (peggior canzone mai scritta da Harris) o una qualsiasi di quelle di X factor (esclusa the sign of the cross)... Qualche anno fà ebbi la fortuna di incontrare Steve Harris e avevo mille domande da fargli, tipo...perchè questa produzione scialba? perchè i 10 minuti di Angel and the gambler?..perchè mai flash of the blade dal vivo? Purtroppo, nonostante il mio buon inglese, rimasi inebetito davanti al mio idolo e riuscii a malapena a stringergli la mano, farmi qualche foto e dirgli...great show last night!
ironically me
Mercoledì 24 Aprile 2013, 19.34.29
124
iron@ Quello che dici è sicuramente condivisibile, ma la mia personalissima opinione è che con i se, i ma e il tentativo di paragonare lavori distanti nel tempo, si rischia di perdere di vista il punto:la musica. Oltre al fatto che Bruce è sicuramente di altra caratura rispetto a Blaze, non bisogna dimenticare che quest'ultimo è arrivato negli Iron in un momento in cui il metal in generale era in profonda crisi di identità, il grunge aveva sconvolto e stravolto tutto( mi ricordo che nelle riviste specializzate mi trovavo in copertina i Garbage!!!). E mi ricordo che molti miei amici, anche loro fans degli Iron, aspettavano l'ultima uscita sperando di sentire sonorità alla "Nirvana"...D'altronde quante bands in quel periodo hanno cercato di svendersi a quella moda?! Io invece li ho sempre ammirati per quella voglia di "tener duro" facendo quello che volevano fare e non quello che avrebbero dovuto, o potuto fare. Poi hanno spiazzato più volte anche me, ad esempio non mi spiego perchè Angel and the gambler debba durare 10 minuti, ma cacchio non sono nella testa Steve Harris, sono cavoli suoi e avrà avuto le sue buone ragioni, però di per sè la canzone non è male, anzi ... comunque parli con uno che se deve dare un nome alla musica, quel nome è Iron Maiden!!!!!!!!!
iron
Mercoledì 24 Aprile 2013, 18.33.22
123
ironically me di sicuro se virtual xi fosse cantato da bruce sarebbe da 80 minimo,ma beyley che secondo me nn è adatto ai maiden l'album perde,io ho ascoltato edward the great dove ce futureal cantata da bruce e li futureal è molto + bella che la discreta di virtual...forse il paragone con powerslave è troppo eccessivo nel senso che powerslave è un capolavore dell'heavy metal,forse il paragone con brave new world sarebbe + adatto ma comunque nn sembrano i grandi maiden che ascolto di solito
enzo
Martedì 23 Aprile 2013, 18.48.57
122
il punto piu basso dei maiden insieme a no prayer anche se clansman e when worlds collide e educated fool secondo me cantate da bruce sarebbero diverse il resto e molto mediocre
ironically me
Giovedì 11 Aprile 2013, 15.02.46
121
La tua disamina, iron, ha senso in quanto hai premesso che il tuo metro di paragone è Powerslave, allora capisco tutte le tue critiche, anche se personalmente mi sembrano un po' eccesivi epiteti come "orribile" o "fatto da cani..." , l'orrido secondo me ha altre forme. Comunque opinioni da rispettare. Io invece giudico il lavoro fine a se stesso inserito nel contesto del panorama musicale e ripeto che secondo me è buona musica e sarà che mi accontento di poco, ma a me questo basta.
iron
Martedì 9 Aprile 2013, 23.19.36
120
io darei 60 a questo album,sn d'accordo con ironically me nel senso che è vero i grandi assoli e fraseggi sn grandi,ma io paragono ogni disco degli iron maiden con powerslave,a confronto di powerslave virtual xi è una ciofeca grandissima,mentre fino a fear of the dark tutti gli album 100 secondo me,i 2 con beyley 60 e queli dopo 80 brave new world e 90 gli altri,ma parlando di virtual xi,futureal canzone discreta,orecchiabile,la + bella dell'album, 2 canzone ha l'inizio penoso e anche l'entrata di beyley fa pena,ma poi migliora fino a diventare orecchiabile,,tutte le altre sono così eccetto la 4 che è bella fino alla fine,ma l'ultimo pezzo è fatto da cani,8 come estais amigos canzone + brutta degli iron,io nn riesco a trovare 1 nota o un'assolo fatto bene,questa canzone cala di 20 voti l'album,voglio dire anche the educated fool che è orribile è meglio di como estais amigos,quando ascolto questo album mi sembra di ascoltare una band di livello basso,la voce di beyley tra l'altro non adatta agli iron maiden,purtroppo l'album ha un ritmo confuso,davvero non mi sembrano gli iron maiden in questo album.
Ironically me
Mercoledì 27 Marzo 2013, 19.35.36
119
Sarà poco ispirato, sarà ripetitivo in alcuni punti, ci saranno tante tastiere, la produzione è quello che è, ma cavolo!! Ci sono sempre grandi melodie, assoli e fraseggi da pelle d'oca(l'assolo in don't look to..è uno ei più belli ch abbia ma sentito),in ogni caso un gran senso della composizione, Como estais amigos è coinvolgente ed esaltante, Educated fool è una delle mie preferite per il crescendo e When two worlds collide per l'immaginario che riesce a creare. Se questa è brutta musica, fate voi! Ce ne fossero di band che suonano così. Per me un bell'album, e(come altri lavori dei Maiden) troppo sottovalutato.
Matteo
Venerdì 15 Febbraio 2013, 21.09.15
118
@ Jack cioè, tu trovi palloso un pezzo di A matter of life and death e non The angel and the gambler? O.o
Matteo
Venerdì 15 Febbraio 2013, 21.06.54
117
Ma secondo me il problema non è tanto l'uso eccessivo delle tastiere, quanto l'ostinazione di Harris a voler fare tutto da solo anche se gli manca l'ispirazione. Per carità, la sua mente ha prodotto The Clansman, la quale, se con Blaze è bella, con Bruce è un capolavoro... ma poi? In VXI assistiamo ad un calo di ispirazione pazzesco: notate che le canzoni scritte solo da Harris sono The angel and the gambler, The Clansman, The educated fool e Don't look to the eyes of a stranger. Salvando The Clansman, le altre si caratterizzano per la ripetitività che porta alla noia (leggasi: stacco centrale arpeggiato da tre minuti). TAATG nella versione editata è decisamente più ascoltabile, e secondo me, se Harris si fosse fatto dare una mano da Dave o Janick, sarebbe venuto fuori un pezzo epico... e forse non staremmo a parlare di The clansman... Non a caso, le migliori canzoni sono quelle scritte a più mani (Futureal, WTWC, Lightning strikes twice e Como estais amigos). IMHO, proprio When two worlds collide e Lightning strikes twice meritano un plauso per le belle idee tirate fuori da Dave in fase di riffica e solistica, e non si devono trascurare neppure i due soli di Janick. La conclusiva Como estais amigos merita secondo me una nota a parte per lo stacco centrale con l'assolo di Janick. In conclusione, in questo album notiamo alti e bassi, ma il distacco tra essi è quasi abissale... Complice il calo di idee di Steve Harris, quelle che sarebbero potute essere le canzoni migliori diventano scarne e ripetitive, mentre quelle che, a mio parere, sono nate senza troppe pretese, risultano le migliori (con una When two worlds collide sugli scudi). Ripeto, colpa dell'ostinazione di Harris che non ha chiesto una mano quando avrebbe potuto, preferendo imbottire certi pezzi di cori ripetuti all'infinito e tastiere (come sembrano lontani i tempi di Sign of the cross...). Voto 65, ma è un'occasione sprecata dai Maiden...
Arrraya
Sabato 26 Gennaio 2013, 23.49.14
116
Non metto il voto per non abbassare ulteriormente la media e per rispetto ad una band immensa, ma qui non si salva niente di nulla. Pessimo
Luke25
Sabato 19 Gennaio 2013, 11.05.55
115
Concordo, a parte "The Clansman" il resto delle canzoni sono insignificanti... voto 5
Plaster Caster
Mercoledì 19 Dicembre 2012, 19.07.15
114
Album penoso e insignificante , 50 di voto politico ma molto politico .
dario
Mercoledì 19 Dicembre 2012, 18.00.24
113
..per essere più chiari: di fronte a questi problemi o si trova la tonalità adatta o si cambia cantante, sembra ovvio a mio avviso.
dario
Mercoledì 19 Dicembre 2012, 17.48.11
112
A mio avviso invece con Virtual e X factor , gli Iron toccano il fondo! Blaze Bayley praticamente rovina tutto è inascoltabile, magari non solo per colpa sua ma anche per i brani....e poi perchè farlo cantare fuori tonalità?? Dico, avranno fatto dei provini prima?? Harriis e C. non se ne erano accorti che aveva un'estensione diversa? Ma?! ...io a sta cosa non ci credo molto, secondo me a loro andava bene così, e hanno fatto una cag....ta!! Ciao
Iron ozzy
Martedì 18 Dicembre 2012, 14.37.25
111
è un grandissimo album x me, apprezzo la sperimentalità dell'album, il lavoro disumano del grande blaze bayley dato che in alcune canzoni non era nella propria tonalità vocale e da cantante so quanto sia difficile cantare fuori dalla propria e lo scorrimento abbastanza spedito, nn apprezzo invece il lavoro su alcune canzoni come the angel and the gambles, farcita di troppe tastiere e un pò ripetitiva in alcuni punti e la cortezza dell'album dato che tre canzoni di brave new world (the mercenary, the nomad, dream of mirrors), nn furono inserite in virtual xi dato ke erano state scritte x qst album ma riarrangiate cn lo storico cantante dickinson e cn smith nel 99, mossa secondo me pessima se fossero state adattate alla voce del singer e adattate
ac
Martedì 30 Ottobre 2012, 14.16.20
110
Di questo album salverei solo la mitica ed epica the clansman anche se la preferisco cantata da bruce,mentre il resto dell'album scorre senza alti ne bassi finendo velocemente nel dimenticatoio, voto 65 su 100 album senza infamia e senza lode........di cui ne facevamo volentieri a meno.
Steelminded
Sabato 27 Ottobre 2012, 17.02.12
109
Sensazioni contrastanti su questo album ascoltato 3 volte e ultimamente acquistato: la prima volta zero, la seconda mhmm ok qualche pezzo, la terza wow che figata mi piace proprio. Non so che dire... Chissà che non mi capiti lo stesso con The Final Frontier, per il quale sono ancora al primo ascolto... Per me è un 70 abbondante attualmente, domani non so.
Sambalzalzal
Giovedì 16 Agosto 2012, 9.52.52
108
A distanza di anni ancora non capisco come steve harris abbia avuto il coraggio (o la sconsideratezza, forse è meglio questo come termine) di dare alla luce un album del genere... sono sempre stato dell'avviso che la maggior parte dei pezzi presenti sull'album non siano altro che lo scarto di sessions provenienti da X Factor e che magari con un pò più di attenzione e cura (specialmente nella produzione che fa veramente pena) avrebbero potuto acquistare un pò di sostanza. L'album suona veramente come un demo! I Maiden forse dovrebbero seriamente pensare di riregistrare questo ed X Factor (che cmq performance discutibile di Bayley a parte di idee ne aveva) con dickinson alla voce e magari farsi perdonare... Parere mio, ci tengo a precisarlo, secondo me The Clansman è una delle canzoni più sopravvalutate di questo oscuro periodo dei maiden... a volte penso che si gridi al capolavoro solo perchè si buttano nel mezzo testi legati a tematiche storiche ma poi di concreto che rimane? neanche a pensare di paragonarla ad un Alexander The Great degli stessi Maiden perchè sarebbe follia pura ma per esempio 2 anni prima di questo album usciva Tunes Of War dei Grave Digger... generi diversi e tutto ma cmq ne vogliamo parlare? Sono convinto che sfortunatamente quel grande album neanche si è minimamente avvicinato alle vendite di questo dei maiden che è veramente brutto!!! Meditate...
Diego
Lunedì 23 Luglio 2012, 18.21.31
107
Io vado controcorrente rispetto alla recensione...è migliore di X factor, che risulta, anche a distanza di anni, una mattonata. Almeno questo disco passa via leggero, regalandoci anche una chicca come The clansman.
manaroth85
Venerdì 13 Luglio 2012, 18.09.16
106
a me piace, sicuramente inferiore a tutti gli altri, ma per brutto che sia non farà mai schifo come tutta la merda scritta dal metallica dal 90 in poi...sempre e solo iron!!!
Joker
Venerdì 29 Giugno 2012, 12.54.42
105
Sicuramente il più deludente di tutta la loro carriera, se le tastiere in Seventh Son sono a dir poco spettacolari, qui mettono davvero tristezza; sembra che siano state messe lì per riempire qualcosa che non c'è. Se i filler in X Factor potevano essere sopportabili, qui siamo nell'esagerazione vera e propria. Quei cori prolungati fino all'esaurimento poi proprio non li digerisco, sono proprio la goccia che fà traboccare il vaso.......se Clansman fosse stato messo nell'album precedente questo sarebbe stato letteralmente invisibile ai nostri occhi. 60 perchè sono comunque gli Irons e fanno sempre (nel bene e nel male) musica di qualità.
Echoes
Sabato 28 Aprile 2012, 20.12.26
104
in definitiva bruttino ma the Clansman (ispirata al grande film di Mel Gibson Bravehaert) è veramente degna degl'anni migliori della band. Non sarebbe nemmeno cosi malvagio con dickinson alla voce probabilmente ma col senno di poi non si va da nessuna parte
Jack
Domenica 12 Febbraio 2012, 15.37.39
103
Album bellissimo, il più sottovalutato dei Maiden. "Futureal" e "The Angel And The Gambler" meriterebbero di essere suonate ancora oggi! Forse un po' ripetitivo in alcuni punti, ma niente in confronto a quella palla colossale di "A Matter Of Life And Death"... Io "Virtual XI" lo ascolto sempre volentieri. Up the irons!
il vichingo
Sabato 17 Dicembre 2011, 16.51.58
102
Mammia mia quanti troll ci sono su questo sito! Per scrivere che i Maiden sono una band inutile (post n.94) bisogna davvero essere ubriachi marci o avere un'ignoranza abissale! Purtroppo su questo sito c'è gente che scrive troiate solo per sgranchirsi le dita, vero Sub Zero?
leonardo
Domenica 2 Ottobre 2011, 18.46.43
101
quoto STEFANO in pieno, dai miei commenti precedenti si può facilmente vedere come il mio giudizio è cambiato radicalmente, nonostante, neppure in una prima valutazione, sono sceso ad offese e aggettivi evitabili
stefano
Martedì 6 Settembre 2011, 14.17.24
100
Sono convintissimo che chi ha bistrattato quest'album lo ha ascoltato pochissime volte, lasciandosi condiziionare dala maree di cretinate che si sono sprecate per quest'album
Genghis Khan
Giovedì 25 Agosto 2011, 9.13.54
99
Una vera schifezza lo tengo solo x non rovinare la discografia .
Mao zetung
Giovedì 25 Agosto 2011, 9.00.24
98
tse... per una volta concordo con te caro nemico...
Genghis Khan
Giovedì 25 Agosto 2011, 8.50.38
97
Questo album fa vomitare i topi
BILLOROCK fci.
Martedì 23 Agosto 2011, 9.46.57
96
sub zero : scherzi a parte, cazzo non infangare il nome del mio combattente preferito di mortal kombat, che ne so scegli scorpion...che è meglio
Blue
Lunedì 22 Agosto 2011, 15.33.19
95
lol...don't feed the troll
Sub zero
Lunedì 22 Agosto 2011, 14.39.22
94
ma sarà mica un disco questo '??? una ciofega di suoni inutili !! band inutile !!
Ace
Martedì 9 Agosto 2011, 20.39.30
93
BILLOROCK fci: ti ringrazio, io di passione ce ne metto tanta e cerco di dare delle argomentazioni per sostenere le mie idee, rispetto il tuo pensiero ma per me questo continua a essere un album molto bello
MAIDEN 65
Martedì 9 Agosto 2011, 15.40.27
92
Lo giudico senza pensare a Bruce : 60
piggod
Lunedì 8 Agosto 2011, 21.53.56
91
Un album estremamente divertente: ogni qualvolta lo ascolto mi sbellico dalle risate. Lighting strikes twice ha un ritornello in cui le "grandissime doti canore" di Bailey emergono in tutta la sua bellezza, the Angel and the Gambler è una canzone che non annoia, in quanto riesce ad addormentare il malcapitato ascoltatore dopo due minuti (sfortunatamente, chi non cade nel sonno, viene assalito da raptus omicidi). When two worlds collide fa sembrare le recenti canzoni con minutaggio elevato dei capolavori insormontabili, destinati a diventare capisaldi di una scena. Como estais amigos è una ballad strappalacrime: viene da chiedersi come la vergine di ferro sia riuscita a scrivere una ballad talmente brutta. Don't look to the eyes of a stranger è un supplizio per i padiglioni auricolari a causa della "prestazione divina di Bailey" e della carenza generale di idee. Futureal è decente, mentre the Clansman è l'unica canzone bella dell'album, tuttavia, si dovrà aspettare l'interpretazione di Dickinson per renderle giustizia. Se X factor, tutto sommato, è un buon album, questo è veramente pessimo: non si capisce come i Maiden siano riusciti a produrre tale lavoro, dato che è proprio il songwriting a far colare a picco l'album in questione.
BILLOROCK fci.
Lunedì 8 Agosto 2011, 21.32.34
90
Ace : mi fa piacere, la passione che metti nel recensire questo album !! ma detto ciò, personalmente lo trovo di bassa categoria; è un incidente di percorso così com è capitato a tutti i mostri del rock / metal , e poi dai l interno della copertina dove loro vestono i panni dei calciatori è penosa... tse tse !! hail..
Ace
Lunedì 8 Agosto 2011, 0.37.48
89
Ho sentito definire quest'album in tanti modi : mezza ciofeca, penoso, scarso, vomitevole ecc. Io lo definisco come un bellissimo e sottolineo il BELLISSIMO album e il problema per cui è definito in certi modi è semplice, noi fan non ci accontentiamo mai e non ci va mai bene quello che viene proposto, e questo è ben dimostrabile. Non dobbiamo dimenticare che ai tempi dei tempi gli Iron vennero criticati per aver cacciato il buon vecchio Di'Anno ed lo averlo sostituito con Bruce, appena uscito Seventh Son venne ampliamnete criticato per il troppo utilizzo delle tastiere, Somewhere invece perchè troppo sperimentale ma fortuatamente poi venne fatto dietrofront e vennero riconosciuti per quello che sono, cioè degli immensi capolavori. Invece con Virtual XI questo non vale perchè c'è del vero e proprio astio contro questo (e anche il precedente) album, astio immotivato a mio parere, astio che viene mosso perchè c'era Blaze e non Bruce alla voce (odio la gente che dice che sarebbero statoti migliori con la voce di Bruce, che oltretutto a mio modesto parere non si adatta come quella di Blaze ai toni cupi e malinconici come dimostato con The Sign Of The Cross live al Rock In Rio che non mi ha fatto impazzire per niente), astio contro la svolta più cupa e malinconica mai presa dalla band (altra cosa che mi è sempre piaciuta). Questi motivi portano le persone a vedere questo album muniti di paraocchi che non gli permettono di vedere i vari pregi di questi album, nel caso specifico di Virtual XI, io in questo album ho sempre trovato canzoni molto belle e valide, The Clansman è una perla distribuita in 9:00 minuti, The Educated Fool (a mio parere la migliore canzone dell'album) stupenda, atmosferica, evocativa e incazzata, Futureal una scheggia che scatena (almeno in me) del sano Headbanging, Lightning Strikes Twice e When Two Words Collide una migliore dell'altra, Don't Look The Eyes Of The Strangers una delle canzoni più ipnotiche dei Maiden e Como Estais Amigos una delle "ballate" migliori della Vergine e anche il canto del cigno di Blaze. Per ultima ho lasciato la più criticata, The Angel And The Gambler criticata in tutti i modi, traccia a mio avviso notevole anche se devo ammettere che le prime volte che la ascoltai non capivo bene la presenza delle tastiere (svago che si è voluto concedere Steve), anche se adesso dopo innumerevoli riascolti sono diventate parte della canzone e non riuscirei a concepire il pezzo senza, e per quanto riguarda la ripetizione ossessiva del ritornello io credeo che sia un effetto voluto proprio da Harris che voleva far capire MOLTO bene il ritornello e.... Don't you think I'm the saviour Don't you think I could save you Don't you think I could save your life missione compiuta Steve. In definitiva un album a mio parere molto bello e molto sottovalutato e come ho già espresso nel commento alla recensione di The X Factor ci sono alcuni album scadenti che si salvano dall'insufficenza per motivi inspiegabili...VOTO : 80/85
reborn in violence
Sabato 6 Agosto 2011, 1.13.12
88
Non uno dei loro migliori lavori, ma comunque non mi sento di condannarlo, rimane il rammarico del grande potenziale non sfruttato avendo bayley (mostro da palcoscenico).
Radamanthis
Venerdì 5 Agosto 2011, 14.11.29
87
Io invece apprezzo tanto The x factor mentre questo album (che ho e so praticamente a memoria come tutto dei Maiden) non mi ha mai preso e tutt'oggi lo reputo l'anello debole della loro discografia. Noioso e senza mordente alcuno!
Andrea Loi
Venerdì 5 Agosto 2011, 14.08.36
86
Questo disco quando lo sentti nel 1998 lo ritenni davvero scarso e lo dimenticai presto. Per caso l'ho riascoltato di recente e l'ho rivalutato clamorosamente. Ovvio, siamo lontnai dai capolavori degli anni Ottanta, ma per lunghi tratti si lascia ascoltare piacevolente.
BILLOROCK fci
Lunedì 1 Agosto 2011, 7.33.42
85
sta volta son d accordo con, master of r.!! anzi ancor più critico, l ho giusto riascoltato sabato !! è di una noia atroce, se non ci fosse scritto iron maiden, l avrei buttato in cantina....!! 50
Master of Reality
Sabato 30 Luglio 2011, 1.00.40
84
Futureal = 6.5; The Angel and the Gambler = 6; Lighting Strikes Twice = 6; The Clansman = 7; When Two Worlds Collide = 7; The Educated Fool = 6.5; Don't Look to the Eyes of a Stranger = 6; Como Estais Amigos = 8; Voto album = 6.5
leonardo
Martedì 19 Luglio 2011, 11.05.51
83
l' ho rivalutato in quiesti giorni e ora il mio giudizio (precedentemente 55) è repentinamente lievitato a 75( bel salto eh?). posso dire che secondo me è l' album dei maiden registrato meglio, e contiene 3 capolavori ( di cui due hard rock ,non heavy metal),3 ottime tracce e 2 nella media . concludo manifestando il mio amore per la vena melodica (unica nei maiden) di questo disco e per Blaze , aggiungo 5 punti per la copertina e per il valore personale che ha per me -80-
BILLOROCK fci.
Giovedì 23 Giugno 2011, 15.15.28
82
paradossalmente è stato il mio primo cd degli iron !! se per caso, non avessi comprato anche, live killer,(stupendo) forse avrei da subito bollato male questa band !! perchè virtual xi è una ciofega incommensurabile.... a parte como estas amigo, il resto è un accozzaglia di suoni a caso!! voto 45
dantes
Mercoledì 8 Giugno 2011, 9.43.23
81
disco vomitevole ... e, con tutto il rispetto, the clansman un capolavoro???!!! ... l'intro è la rivisitazione decrepita di Infinite Dream ... stacchi banali e prevedibili, voce e testo ripetitivi ed elementari ... assoli da compitino e privi di qualsiasi lume d'ispirazione ... ma lo schifo peggiore sono gli accordi di chitarra ritmica di base : sempre quei tre da 20 anni eseguiti in modo osceno e primitivo ... un ragazzino alle prime armi non sarebbe in grado di fare peggio.
Philosopher3185
Mercoledì 25 Maggio 2011, 15.04.53
80
mamma mia,sembra che a fare questo album abbiano pensato:buttiamolo giu' come viene....angel and the gambler è peggio della peste!!! futureal e clansman sono almeno decenti,ma il resto è da cestinare.
eddie
Martedì 19 Aprile 2011, 1.12.57
79
Amigos????no amigos...
giulio scarchini
Sabato 19 Marzo 2011, 0.35.30
78
Comprai l'audiocassetta (sono un "matusa"...) la settimana di Pasqua del '98, quando passai un momento di abbattimento morale, e Virtual XI accompagnò la mia tristezza del momento. Non riesco quindi a non rimarcare l'emozionalità trasmessa da tutto questo disco, in particolare da Como Estàis Amigos. E' un disco che si apprezza in particolari circostanze e in effetti se riascolto ogni tanto qualche suo brano è per ripercorrere quei momenti di demoralizzazione... Dal punto di vista tecnico, tranne che per la corrività con cui ha parlato di Como Estàis Amigos sono d'accordo in toto con la recensione; il voto è un po' basso: vedo 50 per St. Anger, Virtual XI allora un 62-63 lo meritava
Argo
Domenica 20 Febbraio 2011, 15.37.43
77
Disco che ho comprato usato dopo circa 15 anni dall'uscita proprio lo scorso mese, solo per avere la collezione completa. Ho votato 1, il nulla totale e non riesco ancora a capacitarmi di come abbiano potuto fare uscire una schifezza del genere.
stefy
Domenica 13 Febbraio 2011, 10.59.27
76
ho letto un pò di commenti e per fortuna molti pensano che questo disco nn sia poi così male @Screamforme: secondo me hai perfettamente ragione futureal è la tipica canzone da singolo...nulla di che...esattamente la stessa cosa che verrà fatta da wildest dreams, different world e el dorado negli anni a venire the angel and the gambler è molto bella ma il suono di tastiera è fastidioso lightning strike twice sarebbe bella anche lei ma si ritrova con un ritornello cantato a papera (maybe lightning sciuack tciuais) the clansman: capolavoro when two worlds collide molto bella ma ritornello un pò povero le altre sono tutte comunque orecchiabili quindi direi che questo disco è ancora un buon disco e che i maiden nel passato (e presente) hanno fatto di peggio...ma va bhè molta gente ha criticato solo xkè c'era blaze....se questo disco fosse cantato da bruce avrebbe ricevuto il solito 70 paraculo come a no prayer
Rob
Sabato 29 Gennaio 2011, 13.24.55
75
Recensori diversi Stefy, recensori diversi....
stefy
Sabato 29 Gennaio 2011, 11.44.58
74
53 a sto disco e 70 a no prayer è un insulto!! mi dispiace ma secondo me è migliore (di gran lunga) questo rispetto alla mediocrità di no prayer....ed è sicuramente + maiden questo di un certo a matter of life and death (e pure the final frontier)...alla fine futureal è bella...the angel and the gambler (magari con un suono di tastiera meno fastidioso all'inizio) è ottima anche se prolissa e the clansman....beh che dire...un capolavoro....altro che holy smoke e different world...certo se il disco fosse cantato da bruce sarebbe meglio (ok blaze ha una tonalità che nn va bene per i maiden)
blackie
Sabato 15 Gennaio 2011, 14.20.13
73
i maiden sono la mia religione li seguo da sempre li adoro.ma virtual e dawero un album di una pochezza incredibile...canzoni tirate all infinire senza mordente e un blaze che non riesce ad azzeccare quasi mai una tonalita giusta...meno male che segno la fine della sua collaborazione con i maden forse questa e l unica cosa positiva da ricordare...(bruce is god!!!!)
Rob
Giovedì 13 Gennaio 2011, 23.19.59
72
ragazzi, giusto per chiarezza: una suite ha poco di soggettivo. E' una successione di brani correlati tra loro, oppure un solo brano strutturato in diverse parti.
mariamaligno
Giovedì 13 Gennaio 2011, 18.51.22
71
@Nightblast: grazie per l'esauriente e dettagliata spiegazione!
Mastica
Giovedì 13 Gennaio 2011, 16.34.43
70
Secondo me è molto meglio di 'No prayer' e 'Fear of' che avevano canzoni davvero terribili.
Nightblast
Giovedì 13 Gennaio 2011, 10.11.18
69
@mariamaligno: a mio avviso una suite deve essere composta da vari momenti. Nomad è un brano multicolore, dall'inizio roccioso, passando per delle strofe ariose fino ad arrivare ad un momento di climax centrale che poi sfocia in una parte strumentale molto aperta in cui sono gli strumenti a dettar legge. Questa formula i Maiden la usano da sempre, fin dalla loro prima vera suite che secondo me è To tame a land. Talisman è un brano lungo, indubbiamente epico ma manca della varietà di situazioni che invece puoi trovare in Nomad, o in Alexander the great o in 7th Son of a 7th Son...Se noti, Talisman presenta un riff portante su cui vengono cantate le strofe che poi porta ad un bridge ed al ritornello. Questi tre segmenti vengono riproposti fino alla fine della song, che se non avesse i 3 minuti di arpeggio inziale avrebbe una durata di circa 5 minuti e quindi sarebbe tutto tranne che una suite. Appare molto più adatta When wild wind blows ad essere una suite grazie alla sua struttura...Infatti se fai attenzione il buon Harris componendo detta song ha usato lo stesso identico metodo che usò nel 1986 per comporre il capolavoro Alexander the great. Seppur con risultati assolutamente inferiori, When wild wind blows, per struttura, ricorda molto sia Alexander, che Sign of the cross, presentando una varieta di soluzioni che sono proprie di una suite Maideniana. Molti pensano che una suite dei Maiden possa essere anche Ghost of the navigator...Penso che indubbiamente questo pezzo sia un pezzo meraviglioso, che si avvicini molto ad una suite, ma che in realtà non lo sia.Nota che sia Ghost che Talisma sono state composte da Gers, il quale ha un metodo molto diverso da Harris. In fondo anche Ghost...presenta 3 parti ripetute, intervallate solo da uno spaccato strumentale di poco più di un minuto. Una brano non è una suite perchè dura 9 minuti, una suite è una suite per la sua struttura...
Painkiller
Giovedì 13 Gennaio 2011, 10.06.20
68
magari sbagliio ma per suite intendo canzoni con una parte strumentale preponderante, come in Nomad, Rime of the ancient mariner, Seventh son etc...Talisman è una song che potrebbe durare 4 minuti ed invece viene tirata per le lunghe ripetendo allo sfinimento lo pseudo ritornello.
Bloody Karma
Giovedì 13 Gennaio 2011, 9.07.12
67
disco controverso...secondo me in ogni brano c'è qualcosa di interessante, ma preso in toto il disco delude moltissimo...dopo un ottimo The X Factor, non mi sarei mai aspettato una release del genere
mariamaligno
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 19.43.02
66
@Nightblast: forse l'ha gia' un po spiegato leonardo qui sotto ma mi dici secondo te cosa fa si che Nomad sia una suite mentre Talisman no? Io per suite ho sempre inteso pezzi lunghi e articolati con numerosi cambi di tempo e atmosferici, quasi piu' canzoni messe assieme ma legate da un filo conduttore omogeneo. Ora, per me, questo lo puoi trovare in entrambi i brani succitati o in nessuno dei due, dipenda da come li valuti ma non capisco cos'abbia Nomad in piu' rispetto all'altro, te lo chiedo con sincera curiosita' senza sarcasmo sia chiaro.
leonardo
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 13.20.50
65
diciamo che the talisman è la fusione tra un buon rock con qualche cambio di tempo e un introduzione che si dilunga eccessivamente e avrebbe avuto maggior ragione d' esistere influenzando la parte centrale per amalgamare i nove minuti e , appunto , i cambi di ritmo. inoltre è troppo staccata dal resto della canzone cosa che invece si sarebbe potuta evitare ponendola come breve intermezzo . stesso discorso con isle of avalon , sono entrambe minate dallo stesso problema. poi rimangono grandi canzoni ....(dall' intro in poi ) ma non sono suite quali dod, sign, o rime of... poi harris avrebbe anche rotto il ca**o con questa produzione scandalosa , mettete uno con le palle dietro alla registrazione e vediamo se le chitarre non graffiano !
Nightblast
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 10.41.53
64
Talisman non è una suite...E' piuttosto una canzone normale allungata a dismisura...Io mi riferivo alle suite dei Maiden. Tra Nomad e Talisman c'è una differenza abissale...Poi i gusti sono gusti, ma Nomad è una suite in pieno stile Maiden, Talisman pur essendo una delle migliori del fallimento Final Frontier, è una song annaccquata che dura 9 minuti...
AL
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 10.33.57
63
di questo album salvo clansman.. futureal pessima... mi piace molto anche como estais amigos... il resto è noia pura... ritornelli ripetuti fino allo sfinimento... per non parlare di angel and gambler... la più brutta canzone dei Maiden in assoluto.
Painkiller
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 9.01.39
62
Quoto Gemini, lo stesso difetto ce l'hanno sia Talisman che il finale di dance of death. Poi il suono spompato di VIRTUAL e THE FF fa il resto. Dream of mirrors è una palla pazzesca! @mariamaligno: de gustibus...
Gemini
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 8.46.41
61
"When Two Worlds Collide" è bella, peccato che (come troppe altre volte) la tirino troppo a lungo nel finale, con Bayley che diventa quasi fastidioso nel ritornello sempre più ripetuto e sempre più urlato.
mariamaligno
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 7.33.18
60
Quoto Metallico..The Nomad, qualcuno ha le traveggole??? Per me i migliori pezzi lunghi per ogni album dal 2000 ad oggi sono "Dream Of Mirror" da BNW, "Dance Of Death" da DOD(migliore pezzo in assoluto degli ultimi 15 anni), "For The Greater Good Of Good" da AMOLAD e infine "The Talisman" da TFF(ottimo pezzo, l'unico assieme a Starblind). Comunque tornando a Virtual mi dispiace che a parte le ovvie Futureal e The Clansman nessuno apprezzi When To Worlds Collide, a mio avviso uno dei migliori pezzi degli Iron post eighties, dotati di linee melodiche e assoli raramente eguagliati dalla Vergine negli anni successivi. Bah..sempre de gustibus chiaramente...
Metallico
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 3.44.59
59
The Nomad?? Mah...io la trovo davvero brutta...non dico uno dei loro pezzi peggiori...però ad ascoltarla mi cascano davvero le p****!!!!! Per quest'album che dire...fantastica The Clasman, bella Futureal, per il resto meglio non commentare... Come voto il 53 ci sta!!!
slide
Mercoledì 12 Gennaio 2011, 1.44.06
58
@Painkiller: ooopss! Sorry, l'ora tarda...sign of the cross appunto è l'unica che apprezzo di Bayley, non mi piace il suo timbro vocale, non si adatta agli Iron, forse andava meglio coi...Litfiba.(provoco) Grazie
AL
Martedì 11 Gennaio 2011, 15.47.57
57
anche io vado matto per Nomad.. Paschendale è molto buona ma io preferisco dance of death.
Painkiller
Martedì 11 Gennaio 2011, 14.27.16
56
Nomad è l'unica che mi piace davvero di Brave New World, Paschendale è forse l'ultimo capolavoro.....
leonardo
Martedì 11 Gennaio 2011, 14.04.50
55
paschendale di sicuro ma a me piacciono molto anche dance of death e for the greater good of god
Nightblast
Martedì 11 Gennaio 2011, 12.35.55
54
Sign of the cross...Che capolavoro...Però i Maiden hanno composto altre due grandissime suite a parere mio...The Nomad, e Paschendale...Che brani immensi.
Painkiller
Martedì 11 Gennaio 2011, 8.39.43
53
@slide: In X-Factor non esiste alcuna canzoni omonima......intendi Sign of the cross? Quella è una canzone magnifica, l'ultimo grande anthem suonato dai Maiden!
slide
Martedì 11 Gennaio 2011, 4.00.40
52
Bastava usare un po' di "tagli" qua e la e qualche canzone si sarebbe potuta anche salvare...così invece diventa una prolungata agonia, che unita ad una voce sicuramente inadatta ai Maiden (io apprezzo Bayley solo nella canzone x factor, nemmeno in tutto l'album!) ne fanno un album che reputo orrendo. Ogni tanto lo riascolto, e mi stupisco tutte le volte...ma sono gli Iron!?
Maurilio
Lunedì 10 Gennaio 2011, 19.55.02
51
Per me é un cd da sufficienza, ma comunque superiore agli ultimi 2 che non riesco proprio ad ascoltare. Almeno questo quando é uscito l ´ho sentito un bel pó di volte, ma A matter mi fa annoiare a morte e l´ultimo lo trovo a tratti irritante e stucchevole con quegli inizi tutti uguali e strapallosi.
AL
Lunedì 10 Gennaio 2011, 16.48.11
50
mediocre... noioso... mi fa male parlare cosi di un cd dei maiden ma qui han toccato il fondo....
golden boy
Lunedì 10 Gennaio 2011, 16.08.20
49
i maiden dovrebbero fare un monumento a blaze..hanno potuto scaricare su di lui quasi dieci anni di musica mediocre rispetto al passato..peccato che, una volta uscito blaze e tornato bruce, le cose non siano cambiate di molto..e mi riferisco in particolare alla frontiera finale..si del pessimo gusto magari..
Undercover
Lunedì 10 Gennaio 2011, 14.42.05
48
Quoto Painkiller e Nightblast.
dalfa
Lunedì 10 Gennaio 2011, 13.52.23
47
ottime "Futureal" e "the Clansman" gradevoli: "Lightning Strikes Twice" e "When Two Worlds Collide" mentre trovo pallose e annacquate tutte le altre... Concordo pienamente con il voto del recensore .
Painkiller
Lunedì 10 Gennaio 2011, 12.51.48
46
@Nightblast: a dir la verità, per il fatto che su final frontier sono presenti smith e dickinson, le aspettative da parte mia erano anche maggiori. Valutando quindi gli album anche da questo punto di vista concordo appieno con te, l'ultima fatica di Harris&Shirley...ooops, degli Iron, è anche peggio di Virtual.
Nightblast
Lunedì 10 Gennaio 2011, 12.07.29
45
Allora non sono il solo ad avere notato la somiglianza con Final Frontier...A livello di povertà di idee, Final Fronier è magari messo peggio...
Painkiller
Lunedì 10 Gennaio 2011, 10.19.32
44
il primo album 100% rock dei Maiden, praticamente un the final frontier parte 1a. La differenza tra i due è quasi unicamente quella tra la voce di Bayley e quella di Dickinson. Pessimo, ad eccezione di Clansman.
Enzo
Domenica 9 Gennaio 2011, 19.22.52
43
Al dilà del voto basso che se lo merita sto disco,chi critica Blaze sbaglia perchè canta delle canzoni che n nsono fatte per lui....la colpa e solo degli Iron è basta....al tempo vollero cambiare stile pur restando un gruppo Heavy ma nn sfortunatamente nn ci riusirono perchè sbagliarono a scegliere cantante.
Hellion
Domenica 9 Gennaio 2011, 18.52.51
42
...meglio di Brave new world? ..azz, cmq non volevo dare la colpa a Blaze, la sua carriera solista è di tutto rispetto, è che nei Maiden proprio non ce lo vedo.
mariamaligno
Domenica 9 Gennaio 2011, 17.59.24
41
L'ho appena riascoltato e sono ancora convinto che sia il migliore disco dei Maiden dal 98 ad oggi dopo Dance Of Death. Superiorissimo a BNW, AMOLAD e TFF. Che bella la varieta' di gusti.
il leccese
Domenica 9 Gennaio 2011, 17.02.21
40
il disco non è un capolavoro ci mancherebbe,ma di certo non per colpa di blaze che infatti con la sua carriera solista sta dimostrando a tutti di avere una voce con i controcazzi,anzi ho visto dei video live dove fa pezzi dei maiden con la sua band e,sarò blasfemo, sono l'esatta rappresentazione di come dovrebbero suonare i maiden live,che hanno tre chitarristi e l'unica distorsione un pò più cazzuta c'è l'ha solo adrian(parere mio eh)..comunque a dimostrazione del detto "il mondo è bello perchè è vario",un mio amico considera virtual il migliore dei maiden,e sto tipo non è affatto uno sprovveduto
Hellion
Domenica 9 Gennaio 2011, 16.28.15
39
..quando voglio farmi qualche risata mi guardo il video di Angel and the gambler, non appena partono le tastierine mi chiedo come abbia mai fatto un genio come Harris a non vomitare, tralasciando i video live con Blaze, pattume incredibile!
roger
Domenica 9 Gennaio 2011, 13.31.11
38
bah...x me 'no prayer...' era molto peggio...
enry
Domenica 9 Gennaio 2011, 9.49.07
37
Per me il peggiore a mani basse, salvo solo The Clansman. 50
Zarathustra
Domenica 9 Gennaio 2011, 9.40.00
36
@Nightblast: mi sono sentito chiamato in causa comunque, il problema mi sembrano essere i voti troppo bassi...e se fossero i tuoi ad essere troppo alti? Io per esempio a Virtual XI ci sono affezionatissimo, tre canzoni (The Clansman, The Educated Fool, Como Estais Amigos) mi resteranno sempre nel cuore, ognuna per un motivo diverso...però mica mi farei problemi a dare 55 a questo disco che, nonostante Blaze (del quale possiedo l'intera discografia solista, giusto per dire), fa un po' cagare.
Rob
Domenica 9 Gennaio 2011, 1.12.34
35
Ci mancherebbe altro, tu sei libero di credere ciò che vuoi, così come me. Amen!
Nightblast
Sabato 8 Gennaio 2011, 23.46.00
34
Rob, prendila come vuoi...io rimango della mia opinione.
Nikolas
Sabato 8 Gennaio 2011, 23.35.41
33
Per me la differenza tra questo e The Final Frontier e' abissale, a livello di composizione proprio, e chiaramente a favore di quest'ultimo... ma vabbe', a parte questo, secondo me questo disco non va oltre il 50.
abbondio
Sabato 8 Gennaio 2011, 22.46.21
32
onestamente preferisco mille volte ascoltare questo cd che the final frontier...
Rob
Sabato 8 Gennaio 2011, 22.35.44
31
Continuo a ripeterti Nightblast che -almeno per il momento- la media dei lettori rispecchia quanto ho scritto (ora è 53,68), ma non m'interessa nemmeno perché non voglio avere ragione, o cose del genere. Torno a ripeterti di svestire i panni del pontificatore e di farti un piccolo baqgno d'umiltà... mi stai dando ragione quando dici che io e Filippo non siamo adatti a recensire i Maiden... dai, la prendo come una battuta!
Nightblast
Sabato 8 Gennaio 2011, 20.39.05
30
Si, ok...Voi recensite album e portate avanti la webzine per passione...Rispetto totale e tutto ciò che vuoi...ma che c'entra col fatto che secondo me avete lacune in merito ai Maiden? Le recensione di BNW è a dir poco oscena, e se vai a leggere i miei commenti alla stessa ti accorgi che già a suo tempo avevo criticato ampiamente l'opinione (comunque rispettabile) del recensore...Adesso non mi trovo d'accordo con quanto scritto per queato disco...Embè? Mica ho detto che lavorate male o che ciò che fate sia scadente...Ho semplicemente detto che a parere mio sia tu che il recensore di BNW non siete i più adattai a recensire i lavori dei Maiden...Occhio che è una semplice opinione che si basa sul fatto che non condivido quanto da voi scritto ed il voto che avete dato...Per il resto tanto di cappello per il modo in cui portate avanti una delle migliori, se non la migliore, webzine Metal italiana...
Gemini
Sabato 8 Gennaio 2011, 20.38.33
29
Bhè, il singolo di "The Angel and the Gambler" non era poi così male: avendo durata dimezzata, era comunque niente di speciale, ma almeno non irritava come la versione su album. Il video invece era tremendo (un po' come da tradizione IM...)
Er Trucido
Sabato 8 Gennaio 2011, 19.48.42
28
In tutti questi anni mi sono fatto un'idea dei Maiden: ogni persona che li ama lo fa in maniera diversa e per cose diverse. Altrimenti non potrei spiegarmi le differenze di vedute che ci sono su dischi giustamente controversi come questo od anche su dischi universalmente riconosciuti come Seventh Son (guardate gli ultimi commenti della rece per capire che intendo). Forse è questa la vera forza dei Maiden, qualcuno riesce sempre ad entusiasmarsi per un loro disco. Trovo assolutamente fuori luogo criticare chi la pensa in maniera diversa per questi motivi, oltretutto paragonando voti di altri dischi recensiti da altri recensori... poi se si bocciano i Maiden perchè lo si è fatto, se si promuovono idem... si diventa troppo pro o contro i maiden a seconda delle differenze con il proprio pensiero... nessuno è verità assoluta e nessuno è il divino portatore del credo maideniano per il quale 53 è basso/alto. Detto questo sono troppo affezionato a questo disco per valutarlo in maniera appropriata (fu il primo che presi in contemporanea con l'uscita, ora qualcuno potrebbe dire che sono troppo giovane per apprezzare i maiden :x), l'unica cosa che mi sento di dire è che The Angel and The Gambler mi fa venire l'orticaria (e comprai pure il singolo, errori di gioventù).
Screamforme77
Sabato 8 Gennaio 2011, 19.43.14
27
Io invece voglio andare un po controcorrente(ecco che arriva il linciaggio...... ) e dico che secondo me Virtual IX è il miglior album dei Maiden degli anni 90 e The Clansman è una delle loro migliori opere in tutta la loro carriera.Quando lo aquistai e lo sentii,ho apprezzato molto il loro cambiamento rispetto al sound troppo stradaiolo di NPFTD e FOTD e degli eccessivi sperimentalismi e del sound troppo scarno tanto da essere fin troppo vicino a quello delle chitarre acustiche di TXF(quello si a mio avviso il punto piu basso del gruppo).Inoltre le linee melodiche mi sembrano anche migliori.E proprio questo uso corposo delle tastiere mi ha riportato in mente quelle atmosfere che apprezzo quando ascolto SIT e 7SOA7S(anche se il paragone sulla qualità è indiscutibile e ci tengo a precisarlo).Si è chiaro i difetti ci sono anche qui:gran parte delle canzoni sono troppo ripetitive,Don t Look To The Eyes Of A Stranger è un po noiosetta.Ma per il resto se a parte l'immensa The Clansman le tracce nn avranno gran che di speciale le tracce si lasciano ascoltare bene:Futureal mi gasa,The Angel And The Gambler non la trovo cosi orribile come molti dicono sopratutto quando c'è lo scambio di assoli,l'intro di Lightning Strike Twice mi emoziona,When 2 Worlds Collide magari avra il bridge-chorus troppo simili ma il mid time e il finale sono un loro degno marchio di fabbrica e Como Estais Amigos anche se puo apparire sempliciotta ha un buon patos e dimostra che anche il buon gers le canzoni le sa scrivere.Secondo me questo disco traccia le basi al di la della futura reunion sulla loro nuova seconda giovinezza degli anni 2000 che che se ne dica è stato se nn all altezza del passato remoto un buon periodo e i fatti gli stanno dando ragione visto che i loro dischi sono sempre venduti e gli stadi sempre pieni.UP THE IRONS !
Enrico
Sabato 8 Gennaio 2011, 19.31.58
26
Mah... a me piace. Certo siamo anni luce lontano dai loro capolavori però un 60- glie lo do.
Franky1117
Sabato 8 Gennaio 2011, 19.17.38
25
@Nightblast: i gusti sono gusti; secondo me risk è molto più bello di questo disco, il quale non è poi neanche tanto più bello di reload. Inoltre sempre a parer mio the final frontier è più o meno sullo stesso livello di brave new world (forse anche meglio)
hellvis
Sabato 8 Gennaio 2011, 18.46.05
24
Vorrei dare 100 a questo disco. Per un semplice motivo: mi ha fatto guadagnare 210 Euro!!!! Mi ero comperato la versione in vinile quando uscì. Lo ascoltai una volta e lo registrai. Orrendo ( a parte Clansman). Cercai di rivenderlo: nessuno lo voleva -troppo imbarazzante anche per i fans più accaniti. L'anno scorso girovagando per Ebay vedo che il vinile è ricercatissimo e molti dementi sparano cifre assurde per averlo. Nel giro di una settimana l'ho venduto a 210 Euro. Ribadisco il mio amore incondizionato per tutto ciò che è Maiden. Intanto voi scannatevi che io con quei soldi sono andato a Londra.
mariamaligno
Sabato 8 Gennaio 2011, 18.14.06
23
Rispetto la recensione anche perche' esprime con puntualita' e argomentazioni piu' che sensate quello che e' un punto di vista ormai condiviso da gran parte dei fans ma per me e' molto meglio di cose fatte dopo...sono l'unico a cui piace? Zarathustra ci sei????
Rob
Sabato 8 Gennaio 2011, 16.45.08
22
Bè caro Nightblast, forse non è così fuori dal mondo un 53 a questo disco... considerando -ora- la media dei lettori.... Per curiosità, tu quanto avresti dato a questo disco? E poi io non picchio duro proprio su nessuno, men che meno sui Maiden, a 'The Final Frontier' come potrai leggere dalla tripla, ho dato 70. 'BNW' non è stato recensito da me, ma credo che Filippo abbia ampiamente spiegato le sue motivazioni nella rece, con la quale si può essere d'accordo o meno, ma arrivare a dire che abbiamo LACUNE su un gruppo seminale come i Maiden -ormai sviscerati in ogni dove- è un tantinello troppo, anche per persone come noi che scriviamo per il gusto di farlo e per intavolare dibattiti e discussioni con voi lettori, dai quali ogni tanto esce qualcuno che si mette a pontificare e ad insegnare il "mestiere" agli altri. Secondo me, e senza offesa -come dici tu- dovresti essere un attimino più umile prima di sparare su gente mossa solo ed esclusivamente da passione. Saluti
Fabio
Sabato 8 Gennaio 2011, 16.43.06
21
@ Nightblast BNW avrebbe una setlist da 80 ma una produzione a mio avviso ridicola, quindi il 69 si può capire (per me è troppo basso, specie considerando il 70 a No prayer...).
Undercover
Sabato 8 Gennaio 2011, 16.42.44
20
@ Quoto Nightblast sembra ci sia un forte servilismo da parte dei fan Maiden come avviene sin troppo spesso con le grandi band, io non darei mai una sufficienza a questo disco come non la darei a quegli altri due citati da Night, mentre "Risk" è da -20 e "Reload" non pervenuto proprio visto che solo Saint Anger fa più schifo di quell'album. Detto questo mi spiegate quali sarebbero le presunte colpe di Blaze? Vi ricordo che i Maiden sono una dittatura Harrisiana, non conta nulla la parola dell'ultimo arrivato specie di un Blaze che al tempo era per quanto in voga uno qualsiasi, per favore non si cerchino scusanti ogni volta che una delle grandi fa una stronzata, questi le mazzate sui denti ogni tanto se le meritano e che le prendano anche questo dimostra passione per una formazione.
Nightblast
Sabato 8 Gennaio 2011, 16.32.31
19
Blaze colpa non ne ha...e non ne ha mai avuta, dato che il poveraccio ha dovuto sgolarsi per 5 lunghi anni, provando a fare il Dickinson del momento...Harris ha toppato alla grande, vero...Ha scritto brani guardando appositamente al passato della band, ignorando le caratteristiche di Blaze...La produzione effettivamente non è un granchè... daiii però...53 nooo...53 si da a dischi merdosi come Reload o Risk, ma non ad un Virtual che comunque ha un suo perchè, seppur con molti difetti...E' un disco che fa comunque cantare, ci sono le cavalcate, i cori, i ritornelli accattivanti...Cazzo, appena si parla di Maiden tutti a picchiare duro...Io stesso ho detto che Final Frontier è un disco debole,che questo è un disco con molti difetti, ma non da 53...BNW è stato valutato 69...aldilà del numero che mi piace, ma come si fa a dare 69 a BNW e 70 e più a Final Frontier..? Secondo me in ambito Maiden, qui avete qualche grossa lacuna...Senza offesa, ma la penso così...
Gemini
Sabato 8 Gennaio 2011, 16.22.59
18
Qualcosa di buono ("Futureal", "...Two Worlds...") affondato in mezzo a canzoni molto poco indovinate e spropositatamente lunghe (che bisogno c'era di tirare avanti per 9minuti e mezzo una canzone già di per sè poco ispirata come "The Angel..."?!?). Vero, la colpa non è unicamente di Bayley, anche se qui si dimostra molto meno a suo agio rispetto al precedente album, ma una bella fetta di responsabilità la si deve purtroppo a Harris: la già citata "The Angel..." e "Don't Look..." sono tutte farina del suo sacco, così come quei fastidiosi inserti di tastiera che compaiono troppo spesso e volentieri tra le tracce (non che disprezzi le tastiere, anzi... ma con qull'effettino ridicolo proprio no!), unite ad una produzione fiacca... meno male che tra tutte queste patacche, si è anche ricordato come si scrive una canzone e ha composto quella piccola perla di "The Clansman". 55, purtroppo
Matocc
Sabato 8 Gennaio 2011, 15.01.00
17
...dimenticavo... pure la copertina è orrenda -la peggiore degli Iron!
Ubik
Sabato 8 Gennaio 2011, 14.55.17
16
Discaccio le uniche che mi piacciono sono the clansman e como estais amigos
pafum
Sabato 8 Gennaio 2011, 14.29.44
15
Sò che sarò impopolare, ma ame sto disco non è mai dispiaciuto tantissimo. Non è un capolavoro, e questo è ovvio, non è nenache un buon disco, però è ascoltabile. A mille difetti,però lo ascolto più volentieri di altre cose dei Maiden, compreso il precedente The X factor, il già citato No Prayer for the Diyng e l'ultimo The Final Frontier.De gustibus!
Matocc
Sabato 8 Gennaio 2011, 14.26.05
14
la recensione rispecchia in pieno il mio pensiero su questo album, non c'è nient' altro da aggiungere... davvero mi ci ritrovo al 100% ps: anche per me The Clansman è stupenda!
Fabio
Sabato 8 Gennaio 2011, 14.15.02
13
53? Ok non è un granchè, però ci sono tracce a mio avviso molto belle (che live diventano magnifiche, vd. The Clansman in Rock in Rio). Per me merita 65
leonardo
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.55.51
12
dai siamo oggettivi le tastiere sono anche un elemento buono in canzoni come como estais amigos ; the angel and the gambler non ha un minuto di troppo ed è retta da degli assoli hard rock molto efficaci e diretti , the clansman è magnifica , futureal è molto bela e when two worlds collide non è male anche se deboluccia. non sarà magnifico ma non è orripilante 55
Franky1117
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.48.01
11
apparte la buona futureal, l'ottima the clansman e la splendida como estais amigos (un capolavoro troppo spesso dimenticato), non c'è praticamente nulla da salvare; canzoni goffe (educated fool, lihtning strikes twice) e spropositatamente lunghe (the angel, don't look to the eyes). tra questo e l'orripilante a matter of life and death non so qual'è peggio
zoso82
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.42.09
10
comunque è vero: blaze poteva essere meglio "sfruttato" dalla band, e non ha colpa; la colpa è di steve che in quel periodo aveva poca voglia.
Undercover
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.41.50
9
Non salvo praticamente nulla di questo disco, Blaze è sfruttato malissimo, il riffing è uno fra i più brutti prodotti dai Maiden e in pratica capitolo decisamente inutile. @Nightblast hai ragione fra "Virtual XI" e "The Final Frontier" non c'è molta differenza, sono entrambe ciofeche. Il primo viene però colpito a raffica da secoli, il secondo dato l'uso dell'affermazione di una costruzione tendente al progressivo viene difeso a spron battuto, in entrambi i casi le seghe mentali per me stanno a zero e un quaranta se lo prendono in pieno.
zoso82
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.35.36
8
riassumo la recensione in maniera più dotta: 'na merda!
Frankiss
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.26.17
7
Io anche meno di 50....album davvero ignobile....
Raven
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.22.14
6
"l’inadeguata timbrica dell’incolpevole Blaze Bayley", niente di più vero. Non si può dare 53? io avrei dato 50, al massimo.
metal4ever
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.18.06
5
Peggior album della band senza dubbio!! anche se per me almeno alla sufficienza ci arriva sia per The Clansman, When Two Worlds Collide , e The Educated Fool che sono le uniche che si salvano.
Gouthi
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.17.54
4
La colpa di Bayley è quasi nulla a mio parere. E' un ottimo cantante, solo che le canzoni scritte da Harris e Co... non si adattavano per nulla alla sua voce cupa. Però non nascondo che una bella re-incisione con Bruce e qualche tastiera in meno la vorrei!
Lord_of_all_fevers
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.13.31
3
disco mediocre, si salva solo the clansman, il resto è solo noia... insieme a no prayer for the dying il peggiore dei maiden, e non per colpa di bayley, visto che su x factor ha dato un ottima prova delle sue doti!!
Khaine
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.07.20
2
Come non si può, certo che si può... si può quel che si vuole!
Nightblast
Sabato 8 Gennaio 2011, 13.03.47
1
Ragazzi non si può dare 53 a sto disco...Non è un capolavoro, ma 53 no...Futureal, lightning strikes twice, clansman, worlds collide, educated fool e come estas amigos...Non meritano 53...Se paragoniamo Virtual a Final frontier non ci allontaniamo poi tanto, ecdetto per la voce...
INFORMAZIONI
1998
EMI Music
Heavy
Tracklist
1. Futureal
2. The Angel and the Gambler
3. Lightning Strikes Twice
4. The Clansman
5. When Two Worlds Collide
6. The Educated Fool
7. Don't Look to the Eyes of a Stranger
8. Como Estais Amigos
Line Up
Blaze Bayley - voce
Dave Murray - chitarra
Janick Gers - chitarra
Steve Harris - basso, cori, tastiere
Nicko McBrain - batteria
 
RECENSIONI
72
80
81
81
90
s.v.
s.v.
69
53
90
69
81
75
71
99
86
85
99
80
90
95
83
85
92
96
ARTICOLI
27/07/2016
Live Report
IRON MAIDEN + THE RAVEN AGE
Lisbona/Assago (MI), 11-22/07/2016
24/01/2015
Articolo
IRON MAIDEN
757 Stranger in the... Maiden - La logistica della Bestia
14/03/2013
Articolo
IRON MAIDEN
Run to the Hills: In Memory of Clive Burr
11/05/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Paul Di'Anno, la biografia
13/04/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Nicko McBrain, la biografia
19/03/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Janick Gers, la biografia
18/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 4
11/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Dave Murray, la biografia
01/02/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 3
24/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Adrian Smith, la biografia
14/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 2
08/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
Steve Harris, la biografia
04/01/2012
Articolo
IRON MAIDEN
The Voice Of The Beast, # 1
23/10/2011
Articolo
IRON MAIDEN DALLA A ALLA Z
La recensione
06/10/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Bruce Dickinson, la biografia
20/04/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Nel nome di Eddie
07/01/2011
Articolo
IRON MAIDEN
Le Origini Del Mito - Lettura, analisi e critica
20/08/2010
Articolo
IRON MAIDEN
Sia santificato il loro nome
14/02/2008
Editoriale
IRON MAIDEN!
Vinci 2 t-shirt esclusive
03/07/2007
Live Report
IRON MAIDEN + MOTORHEAD + MACHINE HEAD
Stadio Olimpico, Roma, 20/06/2007
22/03/2003
Articolo
IRON MAIDEN
La biografia
10/10/2002
Articolo
IRON MAIDEN
Le interviste del Rock in Rio
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]