Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Copertina
Clicca per ingrandire
Black Sabbath
Clicca per ingrandire
Sabs in posa
Clicca per ingrandire
Ronnie James Dio
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/17
VEXOVOID
Call of The Starforger

14/12/17
HAMKA
Multiversal

15/12/17
DIRGE
Alma | Baltica

15/12/17
ASKING ALEXANDRIA
Asking Alexandria

15/12/17
OBSCURE BURIAL
Obscure Burial

15/12/17
L`ALBA DI NUOVO
L`Alba di Nuovo

15/12/17
NEIGE MORTE
Trinnt

15/12/17
MISTHERIA
Gemini

15/12/17
AVENGED SEVENFOLD
The Stage - deluxe edition

15/12/17
MIDNIGHT
Sweet Death and Ecstasy

CONCERTI

11/12/17
DISGORGE + NECRO + YAOTL MICTLAN
BLUE ROSE CLUB - BRESSO (MI)

11/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
BAD BULL - CUPRA MARITTIMA (AP)

12/12/17
NORTHLANE + ERRA + INVENT ANIMATE + OCEAN GROVE
LEGEND CLUB - MILANO

12/12/17
MICHAEL ANGELO BATIO & BLACK HORNETS
POCOLOCO - PAGANICA (AQ)

12/12/17
INGLORIOUS + DOBERMANN
SALUMERIA DELLA MUSICA - MILANO

14/12/17
GENUS ORDINIS DEI + GIGANTOMACHIA
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/17
MOLLY HATCHET
BLOOM - MEZZAGO (MB)

15/12/17
SPEED STROKE + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

15/12/17
ELVENKING + ANCESTRAL
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

15/12/17
IFMT WINTER FEST (day 1)
CENTRO GIOVANILE CA VAINA - IMOLA

CRYPTIC WRITINGS - # 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
05/09/2016 (1318 letture)
Non che il periodo “ozzyano” sia privo di testi anche importanti, ma non è un caso che il nome di Ronnie James Dio sia già comparso all’interno di questa rubrica anche come artista solista. Quelli scritti dall’oriundo italiano, infatti, pur non essendo sempre stati di valore assoluto, hanno il pregio di contenere quasi sempre almeno una frase davvero significativa, un concetto fondamentale trasmesso in due righe in modo assolutamente poetico, ma efficace come se fosse espresso in prosa. Anzi; di più. Uno degli esempi migliori in tal senso, è il testo di Heaven and Hell.

TRA LO STUPIDO E LA BALLERINA: LA VITA
Il pezzo parte col celeberrimo, solenne riff che tutti conosciamo. Basso e batteria restano soli e scandiscono il tempo utilizzando una modalità semplice ed efficace. Non servono “effetti speciali”, i riflettori sono tutti per la voce solista che si staglia in una specie di vuoto pieno di attesa per qualcosa che deve accadere o essere detto.

Sing me a song, you’re a singer
Do me a wrong, you’re a bringer of evil
The Devil is never a maker
The less that you give, you’re a taker
So it’s on and on and on,
it’s Heaven and Hell, oh well


Cantami una canzone e sarai un cantante
Fammi un torto e sarai un portatore di malvagità
Il Diavolo non è mai un creatore
E meno cose tu dai, più cose prendi
E così va avanti e avanti e avanti
È il paradiso e l’inferno


Il concetto portante del testo è già chiaro fin da questa prima strofa. “Il Diavolo non è mai un creatore”, sono le azioni dell’uomo a definirlo -semplificando- come buono o cattivo. Se canti, sei un cantante; se ti comporti in modo da danneggiare il prossimo e trarre vantaggi dagli altri senza dare in cambio ciò che sarebbe giusto, sarai portatore del male. E questo non perché una entità sovrumana agisce in modo da farti o non farti fare certe cose e nemmeno perché devi comportarti in un certo modo per obbedire a precetti ultraterreni, ma per tua esclusiva scelta. Il mondo gira in questo modo, da sempre, è paradiso ed inferno contemporaneamente e sta solo a te scegliere cosa fare e da che parte stare. Il sottotesto è quello di non cadere nel tranello della religione che ti dice che tutto è scritto, in un certo modo, e/o che la tentazione verso il male ti è data dal diavolo o chi per lui o peggio, che il bene deve essere fatto per paura di una punizione; sta solo a te.

La chitarra scandisce l’epicità del momento in modo sinistro. La voce di Dio riprende:

The lover of life’s not a sinner
The ending is just a beginner
The closer you get to the meaning
the sooner you’ll know that you’re dreaming

So it’s on and on and on,
oh it’s on and on and on
It goes on and on and on,
Heaven and Hell
I can tell... fool, fool!


Colui che ama la vita non è un peccatore
La fine è solo l’inizio
E più ti avvicinerai al significato
Prima ti accorgerai di stare sognando

E va avanti e avanti e avanti
Oh, va avanti e avanti e avanti
Va avanti e avanti e avanti,
il paradiso e l’inferno
Io posso dirlo... stupido, stupido!


Non dar retta a ciò che ti viene insegnato da alcuni, il male non si annida in un modo gioioso di assaporare la vita. Io che ho commesso degli errori per inesperienza (“Fool, fool”), posso dirti che certe cose che sembrano così importanti non lo sono davvero e, forse, tutto questo affanno, tutta questa ansia non sono giustificati. O almeno, non devono essere sprecati per questioni non fondamentali. Oltre al nuovo riferimento a non dar retta a certi precetti religiosi senza usare la propria testa va detto che, come almeno altre due volte nella carriera precedente di Dio in cui compaiono parole molto simili, il testo può essere interpretato facendo riferimento -anche- ai tarocchi. Lo Stupido (Fool) è la prima carta del mazzo e simboleggia la totale mancanza di esperienza della vita e l’assoluta innocenza di chi vi si affaccia per la prima volta. Poi, percorrendo un lungo sentiero irto di ostacoli e difficili prove che forgiano l’uomo, si giunge, laddove se ne abbia la forza morale, alla fine di un percorso per trovare “the World Dancer of the Universe”, riferimento alla ballerina che troviamo alla fine della strofa successiva con un significato ancora una volta ambivalente.

La parte musicale si fa prima più ariosa, onirica, poi rientra sui binari precedenti, ma con un piglio notevolmente più deciso.

Well; if it seems to be real, it’s illusion
For every moment of truth,
there’s confusion in life
Love can be seen as the answer,
but nobody bleeds for the dancer
And it’s on and on, on and on and on...


Bene; ciò che sembra reale, è un’illusione
Per ogni momento di verità
c’è della confusione nella vita
L’amore può essere visto come la risposta
Ma nessuno sanguina per la ballerina
E così va avanti e avanti...


E se tutto questo è vero, se è difficile o impossibile distinguere tra verità ed illusione, tra ciò che è importante e ciò che non lo è, forse l’unica risposta è l’amore o può esserlo per alcuni. Ma attento, abbassare le difese espone a dei rischi, al dolore e nessuno è disposto a sacrificare qualcosa per chi mostra compassione o si palesa senza maschere, nessuno sanguina per la ballerina. Questa, oltre ad essere ancora simbolo di purezza e di innocenza più matura, rappresenta anche lo stato di grazia totale raggiunto alla fine del percorso al quale abbiamo accennato prima. Interpretando il tutto alla luce delle due visioni, quindi, il significato nascosto è quello che nessuno è più disposto, nel mondo moderno, ad affrontare le difficoltà di un percorso verso il giusto ed ai sacrifici che ciò comporta. Nessuno, quindi, sanguina più per la ballerina, preferendo scorciatoie illecite, comode o peggio, senza muoversi dall’inizio del sentiero, senza di fatto vivere davvero.

La chitarra di Iommi irrompe sul tappeto sonoro con un assolo atipico, fatto di fraseggi che accentano la sensazione di irrealtà e paura, fino alla strofa successiva, la più importante. Quella a cui Dio teneva di più in assoluto, almeno fino a quel momento della sua vita e per molti anni ancora. Il tempo aumenta, l’assolo si fa più veloce, la batteria ed il basso salgono di intensità. La voce diventa interpretativa come non mai.

They say that life’s a carousel
Spinning fast, you’ve got to ride it well
The world is full of Kings and Queens
Who blind your eyes and steal your dreams
It’s Heaven and Hell, oh well


Si dice che la vita sia una giostra
Gira velocemente e devi cavalcarla bene
Il mondo è pieno di re e regine
Che ti accecano gli occhi e ti rubano i sogni
È il paradiso e l’inferno, oh, bene


Tutti ti consigliano di “cavalcare la giostra”, di adeguarti alla situazione, ma la verità è che “Il mondo è pieno di re e regine, che ti accecano gli occhi e ti rubano i sogni”. È lo stesso Ronnie a svelarci cosa voleva dire in una sua vecchia intervista a Rockerilla nel 1983 in cui dichiarò:

“Questa frase è dedicata a manager, agenti, medici. Il mondo è pieno di queste persone senza scrupoli che rubano le fantasie ai giovani ed alle persone di talento in cambio di denaro e fama e queste persone rimangono vuote dentro. Sono sempre gli stessi re e regine che governano il mondo a suon di arido denaro. Ovviamente, avrei potuto essere più esplicito nei loro confronti, ma in tal caso non sarebbe stato intelligente e probabilmente non sarebbe piaciuto.”

Sì, questo mondo è paradiso per alcuni ed inferno per altri. Ed è spesso chi sta in paradiso senza merito, per “diritti ereditari” o per semplice scaltrezza a determinare l’altrui inferno.

And they’ll tell you black is really white
The moon is just the sun at night
And when you walk in golden halls
You get to keep the gold that falls
It’s Heaven and Hell, oh no!

Fool, fool!
You’ve got to bleed for the dancer!
Fool, fool!
Look for the answer!
Fool, fool, fool!


E ti diranno che il nero in realtà è bianco
E che la luna è solamente il sole di notte
E quando camminerai per saloni dorati
Dovrai tenerti l’oro che cade
È il paradiso e l’inferno, oh no!

Stupido, stupido
Tu devi sanguinare per la ballerina
Stupido, stupido,
cerca la risposta
Stupido, stupido, stupido!


Il coinvolgimento nel canto sale al parossismo, mentre tutti gli strumenti aumentano anch’essi di intensità. Questa gente, animata da uno stolto spirito religioso che in realtà è solo incapacità di guardare oltre il proprio naso e voglia di far restare tutti al proprio infimo livello di comprensione del tutto, ti dirà che sbagli. Ti mentirà per il proprio tornaconto e per farti restare confinato nella loro meschinità, perché non sopportano che qualcuno possa avere la voglia e la forza di vivere davvero come loro, vigliaccamente, non possono. Ed allora, quando la vita ti offrirà la sua parte migliore, prendi tutto ciò che puoi senza rimorsi e senza danneggiare altri, tieniti la sua gioia, “l’oro che cade”, senza badare a precetti vuoti ed alle menzogne di chi vuole tutto per sé stesso e cerca da solo la verità. Tu devi sanguinare per la ballerina, perché senza sanguinare, senza sacrificio, non arriverai mai a vederla. Tu, “The Fool” per tutti, ma in cammino verso “the World Dancer of the Universe” senza badare a null’altro, senza dare ai beni materiali più importanza di quella che meritano, senza farti fottere da nessun re o regina.

Tutto si ferma e, forse, lo struggente arpeggio finale simboleggia il raggiungimento della pace e della luce alla fine della strada.

DI RE, DI REGINE E DI STUPIDI SAPIENTI
Testo che, come da tradizione di Ronnie James Dio, si presta di proposito a varie interpretazioni, quello di Heaven and Hell è uno dei più sentiti e riusciti tra quelli firmati da Ronald James Padavona. La vita è un sentiero, possiamo dirigerci verso il paradiso o verso l’inferno, ma siamo noi a decidere. Non deve essere un comandamento religioso al quale ubbidire per paura della punizione divina, un vuoto dogma ad indirizzare i nostri passi. Le cose che arricchiscono la vita non sono peccato e fruirle nel giusto modo ti rende solo migliore. Dalla nascita come “fool” e fino al raggiungimento dell’ultimo sasso del sentiero, fai sempre il giusto e goditi la vita con e per gli altri. Tutto qui, verrebbe da dire, ma è davvero tutto qui, nonostante i vari “kings and queens” impegnati per non vivere e non far vivere.



costantino
Sabato 10 Settembre 2016, 9.23.01
11
ciao ho apposto la traduzione del testo tempo fa' mettendo le immagini da games of thrones su you tube .... chi fosse interessato a vederlo ....
Roby64
Giovedì 8 Settembre 2016, 20.52.05
10
Il più grande album metal di sempre, il disco perfetto.
Dr Landau
Giovedì 8 Settembre 2016, 8.50.37
9
Grandissima canzone e grandissimo album, purtroppo non ho avuto il piacere di vedere Ronnie dal vivo.
Lemmy
Martedì 6 Settembre 2016, 17.44.04
8
@Lambruscore, l'ho anche scritto del gioco di parole,un acronimo, immaginavo che qualcuno lo avrebbe chiesto, nella parola Jommy per me è condensato la sintesi del metal, da cui poi deriva l'attuale 80-90 per cento di ciò che ascoltiamo oggi, e sono pure i primi personaggi e gruppi che mi hanno iniziato al metal e che ascoltai per primo, cioè, Judas, Maiden, Motorhead,Metallica, e la y finale sta per Lemmy, e ovviamente giocando acronicamente il grande Iommi e i suoi mitici Black Sabbath, e poi per me the voice per eccellenza è Dio.I Sabbath ormai hanno chiuso un ciclo mitico, Dio non c'è più tra noi,idem Lemmy, altri gruppi storici chiuderanno i battenti, ne approfitto per fare un appello ai giovanissimi, ascoltate i grandi classiconi del metal, e ovviamente anche questo favoloso album Heaven and Hell e la sua magnifica titletrck, spiegata benissimo in questo articolo,perchè musica del genere è irripetibile e oggi di questo tipo non se ne fapiù, approfittatene , le vostre orecchie vi ringrazieranno.
LAMBRUSCORE
Martedì 6 Settembre 2016, 17.19.55
7
@Lemmy, chi sarebbe JOMMY? Un personaggio di un cartone animato?
Lemmy
Lunedì 5 Settembre 2016, 22.32.24
6
Si potrebbe affermare con giochi di parole ed eufemisticamente parlando che Jommy ha creato il metal e "Dio" gli ha dato la voce, album di una bellezza profonda e sconvolgente, sembra un quadro di Caravaggio, chiaro-scuro, luce-ombra,bene-male,la notte e il giorno delle nostre anime, ognuno di noi passa dei momenti brutti e bui come dei momenti belli ed indimenticabili, ma il brano credo stia anche a significare, quello che dicevano gli antichi esoteristi, non si entra nel giardino delle esperidi se non si uccide il drago che ne è alla porta, ed è quel che il brano vuole esprimere, cioè la capacità del genere umano di fare il bene o il male, in sostanza che ogni persona ha un cielo paradisiaco e un inferno dentro di se stessi, che ci imponiamo noi stessi seguendo gli altri o che in male ci impongono altri, un monito a svegliarci da un sogno che può diventare incubo, ciò che sembra reale ed invece è pura illusione di un mondo dettato da altri con le loro comportamenti stupidi e visioni distorte che pretendono di massificarle e farcele accettare a tutti, un invito ad essere noi stessi senza farci condizionare.Canzone eccezionale ed album capolavoro.Ora si può dire che Dio e' veramente in Heaven.Grazie Dio.
Raven
Lunedì 5 Settembre 2016, 21.05.07
5
Non sei il solo, caro Jek
jek
Lunedì 5 Settembre 2016, 20.38.49
4
Veramente una perfetta analisi del testo @Raven per quella che per me è uno dei pezzi più belli della storia del''heavy metal, forse anche perché a questa canzone sono legati i momenti più belli della mia gioventù.
LAMBRUSCORE
Lunedì 5 Settembre 2016, 18.31.04
3
Tra l'altro Dio (R.I.P.) canticchiava il pezzo mentre guidava la sua Mazda bella da Dio..
Ulvez
Lunedì 5 Settembre 2016, 18.01.52
2
concordo con il commento precedente. Heaven and Hell è secondo me uno dei testi più belli mai scritti da Dio, e questa mi sembra un'analisi molto interessante. come al solito complimenti a Raven per l'articolo
Metal Shock
Lunedì 5 Settembre 2016, 10.12.55
1
Per me è sempre stato e sempre sarà il miglior album dei Sabbath, anche compresi quelli con Ozzy. Dio un "Dio" come vocalist, insuperabile.
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Ronnie live
Clicca per ingrandire
In bianco e nero
Clicca per ingrandire
Live a colori
ARTICOLI
28/10/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 68 - Night Of The Gods - Nokturnal Mortum
26/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 67 - Sunbather - Deafheaven
05/08/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 66 - Pussy - Rammstein
01/07/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 65 - Loss (In Memoriam) - Saturnus
30/04/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 64 - Thuja Magus Imperium - Wolves in the Throne Room
04/03/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 63 - The Kinslayer - Nightwish
13/02/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 62 - Rira (Scream to the sermon of the handicapped) - Inchiuvatu
09/01/2017
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 61 - I Am the Black Wizards - Emperor
12/12/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 60 - One Rode To Asa Bay - Bathory
25/11/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 59 - Late Redemption - Angra
20/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 58 - Unhallowed - Dissection
03/10/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 57 - Book of the Fallen - Caladan Brood
22/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 56 - Time - Wintersun
05/09/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 55 - Heaven and Hell - Black Sabbath
13/08/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 54 - Mirdautas Vras - Summoning
16/06/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 53 - Death, Come Near Me - Draconian
09/05/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 52 - Heidra - Windir
16/04/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 51 - The Last in Line - DIO
29/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 50 - Everything Dies - Type O Negative
08/02/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 49 - Lazarus - David Bowie
29/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 48 - Hotel California - Eagles
09/01/2016
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 47 - Painted Skies - Crimson Glory
16/11/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 46 - The Logical Song - Supertramp
05/10/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 45 - Child in Time - Deep Purple
05/09/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 44 - La Vittoria della Sconfitta - Negazione
19/07/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 43 - Animale Senza Respiro - Osanna
18/04/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 42 - Capitel V: Bergtatt - Ind I Fjeldkamrene - Ulver
17/02/2015
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 41 - Veil of Maya - Cynic
11/10/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#40: My Lost Lenore - Tristania
27/09/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 39 – November Rain – Guns N' Roses
19/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
#38 - Countess Bathory - Venom
10/07/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 37 - Skies - Protest the Hero
21/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 36 - Junior Dad - Lou Reed & Metallica
19/04/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 35 - Locust - Machine Head
20/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 34 - Lost Child - Social Distortion
16/02/2014
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 33 - Du Som Hater Gud - Satyricon
17/11/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 32 - Walk on the Wild Side - Lou Reed
24/09/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 31 - River of Deceit - Mad Season
11/04/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 30 - Plague Of Butterflies - Swallow The Sun
05/03/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 29 – Ukkosenjumalan Poika – Moonsorrow
24/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 28 - Zos Kia Cultus - Behemoth
15/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 27 - Lovecraft's Death - Septicflesh
03/02/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 26 - The Show Must Go On - Queen
20/01/2013
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 25 - Jeremy - Pearl Jam
26/12/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 24 - Faget - Korn
27/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 23 - The Passion Of Lovers - Bauhaus
12/11/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 22 - Wait and Bleed - Slipknot
30/09/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 21 - The End - The Doors
05/08/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 20 - Time - Pink Floyd
25/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 19 - Straighthate - Sepultura
14/06/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 18 - Heart Shaped Box - Nirvana
17/01/2012
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 17 - The Learning - Nevermore
22/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 16 - Mr. Crowley - Ozzy Osbourne
18/12/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 15 - Stairway To Heaven - Led Zeppelin
07/11/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 14 - Norra El Norra - Orphaned Land
16/10/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 13 - Holy Wars... The Punishment Due - Megadeth
20/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 12 - Down In A Hole - Alice In Chains
14/09/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 11 - Disposable Heroes - Metallica
20/08/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 10 - Supper's Ready - Genesis
20/03/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 9 - Hail And Kill - Manowar
21/02/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 8 - Schism - Tool
19/01/2011
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 7 - American Soldier - Queensryche
27/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 6 - Empty Words - Death
17/12/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 5 - Learning To Live - Dream Theater
28/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 4 - Mandatory Suicide - Slayer
07/11/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 3 - R.I.P. (Requiescant In Pace) - Banco Del Mutuo Soccorso
24/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 2 - Prometheus: The Fallen One - Virgin Steele
10/10/2010
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 1 - Seventh Son Of A Seventh Son - Iron Maiden
09/11/2009
Articolo
CRYPTIC WRITINGS
# 0 - The Rime of The Ancient Mariner - Iron Maiden
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]